Settimana del Pianeta Terra, al via la quarta edizione

0
95

Al via la quarta edizione della “Settimana del Pianeta Terra. Per una intera settimana  diverse località sparse su tutto il territorio nazionale italiano sono animate da manifestazioni per diffondere la cultura scientifica.

Per l’occasione sono organizzati una serie di “geoeventi“: escursioni, passeggiate nei centri urbani e storici, porte aperte nei musei e nei centri di ricerca, visite guidate, esposizioni, laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi, attività musicali e artistiche, degustazioni conviviali, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde. I geoeventi sono organizzati da università e scuole, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali e scientifiche, parchi e musei, mondo professionale.

L’evento è stato creato con lo scopo di valorizzare il patrimonio geologico e naturale che, in Italia, è davvero immenso ed unico.

Il “festival”, attivo dal 2012, ha riscosso un successo sempre maggiore ed ha visto ampliare notevolmente l’offerta dei suoi “geoeventi” dove geoscienze, enogastronomia e storia si intrecciano.

Tra i 330 geoeventi di quest’anno ricordiamo quello che valorizza il legame tra terreno vulcanico ed il buon vino ai Castelli Romani e a Civita di Bagnoregio; quello dove si possono visitare le miniere d’uranio in Sardegna, con la possibilità di scoprire da vicino una storia mineraria, diversa da quella del carbone, ancora poco conosciuta di un minerale molto particolare e dalla storia sicuramente affascinante.

Altro evento sicuramente molto interessante è “Ciaula scopre la luna“, un emozionante viaggio nel cuore della Sicilia, tra solfare e storia di vita, è possibile grazie ad un progetto turistico-geologico per recuperare e valorizzare alcune aree minerarie nei comuni di Caltanissetta, San Cataldo e Montedoro con lo scopo di restituirle alla collettività, esaltandone le caratteristiche culturali, storiche, etnoantropologiche ed ambientali.

La ”Settimana del Pianeta Terra” è legata anche ad una campagna di crowdfunding a favore della manifestazione con lo scopo di raccogliere i fondi per supportare l’organizzazione di geoeventi anche in futuro e contribuire alla divulgazione scientifica in Italia.

L’interesse per le geoscienze cresce sempre di più. Per maggiori informazioni collegatevi al sito http://www.settimanaterra.org/

Salvatore Annona

CONDIVIDI
Articolo precedentePolonia e aborto, riprende la Czarny Protest
Articolo successivoIl liceo Severi sceglie lo smartphone come strumento di studio
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).

NESSUN COMMENTO