Larsec, l’associazione napoletana compie due anni

0
146
larsec
larsec

Napoli. Larsec è un’associazione nata a Secondigliano nel 2014 da un gruppo di ragazzi del quartiere. L’associazione negli anni si è dimostrata attenta alle tematiche sociali e attraverso una serie di attività è riuscita a valorizzare il territorio.

I militanti dell’associazione hanno organizzato una tre giorni per festeggiare Larsec. Si partirà venerdì 21 ottobre alle 19.30 con un aperitivo a base di vino paesano e torte rustiche fatte in casa per inaugurare la ristrutturazione della sede in piazza Luigi Di Nocera. A seguire sabato 22 ottobre alle ore 11.00 si terrà il Piccolo Club del Libro Secondiglianese arrivato al suo quarto incontro e la presentazione della biblioteca identitaria in cui verranno inseriti libri che raccontano Secondigliano e la Campania in generale. Si creerà un circolo di lettura e discussione sul libro di Isabel Allende “La casa degli spiriti”. Nell’ultima giornata del 23 ottobre si darà vita al forum “Associazionismo giovanile e periferie” in cui prenderanno parte l’associazione “Adda Passà a nuttata” della Sanità, “The Dreamers” di Melito e “Flegreando” di Pozzuoli.

Larsec è un esempio di come molti non si arrendono e credono ancora in un riscatto. In due anni di attività l’associazione ha dato un contributo notevole per la riqualificazione territoriale con lo scopo di divulgare la cultura in tutte le sue forme.

Un esempio è il consueto appuntamento del Secondigliano Block Party che regala giornate all’insegna della condivisione culturale e l’aggregazione sociale. Ma numerose sono le iniziative che si tengono all’interno dell’associazione come i laboratori, i dibattiti, le presentazioni di libri, concerti, aperitivi e tanto altro ancora.

Maria Baldares 

CONDIVIDI
Articolo precedentePiazza Bellini, Napoli: Arrestato l’uomo che ha investito l’agente
Articolo successivoSan Gennaro: De Luca incontra l’Asl Napoli 1
Frequento il secondo anno in Scienze della Comunicazione e sogno di diventare una giornalista a tutti gli effetti. Sono sempre stata decisa a voler intraprendere questo tipo di carriera e ciò che ha contribuito a far coltivare questa passione è stato il quartiere in cui sono nata e crescita. Vivo a Secondigliano, inutile dirvi le difficoltà e i problemi che purtroppo esistono e persistono ma allo stesso tempo ci sono tante persone che fanno di tutto per cambiare le cose, io sono una tra queste. Spesso si guarda solo il negativo delle cose tralasciando l'altra parte della medaglia, quella positiva.

NESSUN COMMENTO