Napoli-Empoli: Sarri sfida l’allievo Martusciello

Il Napoli cerca il successo contro l'Empoli del napoletano Martusciello per giungere nelle migliori condizioni alla big match di sabato allo Stadium.

0
176
Martusciello
Martusciello

Superata con successo la prova Crotone, il Napoli cerca continuità. Al San Paolo giunge l’Empoli, ex squadra di Sarri, allenata oggi da  quello che allora era il suo vice, Giovanni Martusciello, che ha, inoltre, origini campane (è nato ad Ischia). Il Napoli ha bisogno di vincere per arrivare al meglio alla partita con la Juve. I toscani, terzultimi, necessitano di un buon risultato.

QUI NAPOLI: Concentrazione enorme a Castelvolturno in vista della gara con l’Empoli. Una vittoria rilancerebbe gli azzurri al terzo posto, visto la sconfitta di ieri a Genova del Milan, o al secondo, nel caso in cui anche la Roma dovesse fallire a Sassuolo. Contro i ragazzi di Martusciello , però, in un San Paolo semivuoto(15 mila i tagliandi venduti) non si dovranno commettere gli errori delle ultime apparizioni, emersi anche allo Scida. La difesa continua a subire gol e, anche se a sprazzi, continua ad esserci troppa lunghezza tra i reparti. Sicuramente poco lodevole è  stato l’atteggiamento di alcuni giocatori come Gabbiadini che, espulso al 30° per un fallo di reazione e squalificato per due giornate, salterà anche la sfida con la Juve. Contro l’Empoli dovrebbe rientrare Lorenzo Insigne,   ancora a caccia di buone prestazioni e di quel gol liberatorio che cambierebbe il corso della sua stagione  e quello della sua squadra.

Il successo di Crotone, però, ha  infuso fiducia all’interno dell’ambiente azzurro. Molte le note positive: il ritorno al gol di Josè Maria Callejon, la prima rete di Maksimovic  e, soprattutto, la straordinaria condizione  fisica di Dries Mertens.  Il belga ha impressionato i tifosi per dedizione, determinazione e carisma.  Non è passata inosservata la pregevole prestazione di Diawara. Dopo un timido primo tempo, la personalità del guineano è uscita fuori e Amadou  ha dettato perfettamente i tempi di gioco e contrastato efficacemente gli avversari.

QUI EMPOLI:  Fare risultato è troppo importante per la squadra di Martusciello, terzultima in classifica.  Una vittoria e 3 pareggi in 8 giornate sono un bottino troppo piccolo per una squadra che vanta giocatori del calibro di Saponara, Maccarone e Gilardino.  Al San Paolo serve la scossa contro quell’ex  Maurizio Sarri che ad Empoli era quotidianamente studiato dall’attuale tecnico, allora in seconda,  Martusciello .

Proprio quei tanti ricordi dell’attuale tecnico ischitano sono stati oggetto della conferenzaMartusciello stampa  della vigilia: ”Sarà una gara particolare per me: sono napoletano, torno a casa, gioco contro la squadra della mia città e affronto un pezzo di cuore, ritrovando Sarri, Calzona, Sinatti e Bonomi con cui ho condiviso tante gioie e grandi soddisfazioni lavorative.[…] Gli anni passati con loro mi hanno lasciato grande semplicità, voglia e determinazione di voler migliorare quanto di buono avevamo a disposizione. Siamo cresciuti anche noi sotto l´aspetto professionale, ma anche sotto quello umano.”   Martusciello  si è poi soffermato sul momento poco brillante della sua squadra :”La sensazione è che tutto legato a quella che è la condizione di classifica. Alcuni movimenti ci vengono con più fatica, quindi c’è meno movimento  ed è più difficile costruire. La responsabilità è solo mia[…] E’ una vergogna aver fatto solo due gol.” Il tecnico ha poi parlato del Napoli: ”è una squadra che gioca in Champions che riesce ad abbinare organizzazione e  qualità. Mi auguro che la squadra abbia capito. Dobbiamo essere coraggiosi come domenica  e un pochino più propositivi.”  Dubbi per Martusciello riguardo alcuni giocatori  come Gilardino, recuperato ma ancora non al top.  Ironico e affettuoso augurio all’amico  Sarri: “ In settimana non ci siamo sentiti. Gli auguro il meglio da domenica prossima”.  In chiusura Martusciello ha ripreso il concetto di coraggio,  dichiarando di avere rispetto, ma di voler provare comunque a vincere a Napoli :” Dobbiamo toglierci di dosso quelle scorie da risultato immeritato. Quest’anno ci sono meno squadre per la lotta salvezza.  Dobbiamo cercare di vincere nelle partite sporche, anche giocando male.  Dobbiamo smentire chi vede tutto nero. Noi abbiamo grandi valori e domani a Napoli vado per vincere”

Fonte immagine in evidenza: http://www.sscnapoli.it/ http://www.empolicalcio.net/

Giovani Ruoppo

NESSUN COMMENTO