Napoli pari col Besiktas, conserva il primato

0
1003
Besiktas - Napoli di Salvatore Annona

Il Napoli riesce a conquistare un buon punto sul campo del Besiktas e conferma così il suo primato nel proprio girone di Champions League.

La partita di Champions League con il Besiktas arrivava in un momento non facile per il Napoli che nell’ultima sfida di campionato con la Juventus aveva rimediato una brutta sconfitta pur non meritandola e da cui sono nati tanti malumori e screzi tra allenatore ed alcuni giocatori, come Insigne.

Ambiente caldissimo ad Istanbul nel gioiello della Vodafone Arena. Pubblico delle grandi occasioni e tutto esaurito per spingere i propri beniamini a superare il Napoli nella classifica del girone.

Il Napoli ha imposto sin da subito personalità, carattere e gioco. Tuttavia i soliti errori individuali potevano mettere sotto gli azzurri. Clamoroso il vero e proprio assist di testa di Koulibaly in area di rigore per Hutchinson che, per fortuna degli azzurri, tira sul palo.

Il resto della partita presenta il solito possesso palla del Napoli portato avanti com geometrie strette ed improvvise verticalizzazioni operate soprattutto da Callejon.

Nel secondo tempo la partita si fa più vivace e, proprio quando sembrava che il Besiktas stesse abituandosi all’idea del pareggio, arriva un’ingenuità di Maksimovic che non trattiene le braccia al corpo su un cross dalla destra. L’arbitro non poteva non concedere il penalty che è stato traformato da Quaresma.

Per il Napoli comiciava un brutto incubo, perso il primato e addirittura rischiava in breve tempo di veder compromessa addirittura la qualificazione ai turni successivi.

Ma il capitano Marek Hamsik mette le cose a posto con uno splendido goal. Palla sul sinistro, tiro a giro che termina in rete. Gioia immensa per i tifosi al seguito a cui Hamsik rende omaggio andando ad abbracciarli al lato opposto del campo dopo aver segnato la splendida rete.

Hamsik in azione col Besiktas
Hamsik in azione col Besiktas

Forse anche questo punto, benchè prezioso, risulta un po’ stretto per la squadra di Sarri che nel finale sciupa anche altre occasioni.

Le pagelle

Reina 6. Non corre grossi rischi a parte l’amnesia di Koulibaly. Uscite precise. Non può nulla sul rigore.

Ghoulam 6,5. Voleva riscattarsi dopo l’errore di Torino e ci è riuscito.

Koulibaly 5,5. Gioca bene ma si macchia di un errore che poteva costare caro. Accade troppo spesso. Il ragazzo può fare di più.

Maksimovic 5,5. Anche lui gioca bene ma le braccia larghe in area sul cross le evitano i bambini a scuola calcio. Anche lui ancora inesperto.

Hysaj 6. Ottimi recuperi in ripartenza del Besiktas. Sta lavorando sulla velocità che gli mancava, e si vede.

Allan 6. Momento positivo, ma deve ritornare ad essere più concreto.

Jorginho 6. Non è al meglio, viene sostituito nel finale da Diawara N.G.

Hamsik 7,5. Segna il goal del pareggio quando tutto sembrava finito. Ha dato un apporto da uomo simbolo in un momento delicatissimo, con un goal gioiello.

Insigne 6,5. Tantissimi assist, ha lasciato la polemica per passare ai fatti. Buonissima gara.

Gabbiadini 6. Non riesce a fare goal, ma ha dato il suo contributo senza palla con intelligenza e calma.

Callejon 6,5. Insostituibile

Salvatore Annona

CONDIVIDI
Articolo precedenteAggiornamenti sulle sparatorie a Nocera Inferiore: tre le persone indiziate
Articolo successivoVettel non sarà escluso dal gran premio del Brasile
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).

NESSUN COMMENTO