Piazza Dante, chiusa la sala slot

0
104

Napoli – Dopo tante petizioni e manifestazioni la legalità ha avuto la meglio. La Polizia Municipale ha notificato un’ordinanza di chiusura ai proprietari della sala slot in piazza Dante.

L’assessore alle attività produttive del Comune di Napoli Enrico Panini ha annunciato la definitiva chiusura dell’attività e invitato i giocatori presenti ad uscire dal locale in quanto sala slot intaccava le norme riguardanti la ludopatia votate dal Consiglio comunale nel dicembre 2015.

Il Presidente della II Municipalità Francesco Chirico ha speigato: “La sala slot al civico 73 della storica piazza partenopea violava il regolamento comunale che prevede distanze di sicurezza da scuole ed altri luoghi sensibili. Abbiamo protestato per primi e formando una rete con istituti scolastici, associazioni e cittadini siamo soddisfatti che l’amministrazione comunale abbia posto fine a questo abuso.” 

La Questura ha mandato due pattuglie a Piazza Dante con il fine di supervisionare la situazione. Un intervento delle forze dell’ordine alle 16:30 di venerdì 04/11/16 ha sgomberato i locali e posto fine a questa sorta di sopruso verso la legalità.

La lupatia spesso colpisce le fasce deboli e gli adolescenti. Per questo il Comune di Napoli ha stabilito regole precise per l’apertura delle sale giochi le quali non possono trovarsi in prossimità delle scuole. Se queste norme non verranno rispettate si richia, come in questo caso, la chiusura del locale.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteEruzioni Festival 2016: Ercolano torna a sorridere
Articolo successivoAssemblea pubblica, Nocera Inferiore dice NO
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO