Napoli. Si è svolto un importante incontro in Commissione Cultura, Turismo e Ambiente della III Municipalità con il responsabile di ASIA Napoli per discutere sul progetto che porterà la raccolta differenziata in ulteriori zone non ancora coperte dal servizio.

In Commissione Cultura, Turismo e Ambiente della III Municipalità di Napoli, si è tenuto un incontro con il responsabile di ASIA Napoli il quale ci ha comunicato che a fine novembre (con tutta probabilità dal 28) partirà il III lotto del servizio di raccolta differenziata porta a porta nelle seguenti zone di San Carlo all’Arena:

1) Parte bassa di Calata Capodichino (con traverse annesse);
2) Via I. Falconieri;
3) Via Generale D’Ambrosio;
4) Viale U. Maddalena;
5) Via De Giaxa;
6) Via F. M. Briganti (tratto da Via Arenaccia al ponte ex Alifana).

E’ stato inoltre comunicato che a breve verranno rimossi i contenitori grandi dell’indifferenziata nella parte alta di Calata Capodichino (zona interessata dal porta a porta).

Circa Via Foria, essendo la stessa al confine tra due Municipalità (Un lato è III e l’altro è IV), si sta studiando il modo migliore per far partire il servizio porta a porta per entrambi i lati della strada.

Ricordiamo che per raggiungere gli obiettivi stabiliti dalle normative, ASIA Napoli – come indicato anche nel loro sito ufficiale – ha attivato un sistema di gestione dei materiali orientato al recupero e alla raccolta differenziata, sia per ridurre il volume dei materiali non riciclabili che vengono depositati in discarica, salvaguardando l’ambiente, sia per recuperare materia dando una seconda o terza vita ai materiali.

Il modello di raccolta differenziata si basa su una serie di semplici metodologie:

  • attraverso le campane colorate o contenitori stradali per la raccolta di carta (bianca), vetro (verde), umido (marroni), plastica e metallo (gialla), indumenti usati (grigio), pile esauste e farmaci scaduti nei negozi e nelle farmacie e nelle parafarmacie;

  • con il servizio domiciliare (“porta a porta”) indirizzato alle famiglie e alle attività commerciali. Questo modello di raccolta attualmente è presente nei seguenti quartieri: Colli Aminei, Chiaiano, Rione Alto, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio, Centro Direzionale, Bagnoli, Scampia e Posillipo, Vomero, Arenella, Chiaia, Quartieri Spagnoli, Montesanto, Centro Storico, San Carlo all’Arena. Sono migliaia i napoletani che differenziano con successo i loro materiali.

ASIA dà l’opportunità da molto tempo a tutti i cittadini di smaltire gratuitamente i rifiuti domestici che non rientrano nel normale circuito di raccolta differenziata. Esistono due servizi gratuiti per lo smaltimento degli altri materiali urbani;
  • trasportarli presso i centri di raccolta comunali (isole ecologiche) oppure nei centri di raccolta itineranti;

  • usufruire del ritiro a piano strada dei rifiuti ingombranti attraverso il numero verde 800.161010 dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00 il sabato dalle 9.00 alle 13.00, oppure prenotandolo attraverso il sito internet

Per favorire la crescita della raccolta differenziata, ASIA sta potenziando in maniera integrata tutta la sua struttura operativa per venire incontro alle specifiche esigenze della città e alla sostenibilità economica dell’azienda stessa.

Salvatore Annona

CONDIVIDI
Articolo precedenteNisida, laboratori per i detenuti autofinanziati
Articolo successivo“Il Preside ci nega i viaggi d’istruzione e le gite”, gli studenti del Boccioni in sit in
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).