Sarà la Chiesa di Santa Caterina da Siena ad ospitare, martedì 15 novembre, la presentazione del nuovo libro di Giuseppe Montesano che, insieme ad Antonio Franchini, illustrerà al pubblico “LETTORI SELVAGGI dai misteriosi artisti della Preistoria a Saffo a Beethoven a Borges la vita vera è altrove”.

L’incontro si inserisce nel ciclo 2016 del  IL SUONO DELLA PAROLA, promosso da Fondazione Pietà de’ Turchini, a cura di MiNa vagante, patrocinata dal Comune di Napoli.

Il Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini si costituisce come Associazione senza scopo di lucro nel 1997 per dare forma coerente al progetto di valorizzazione artistica e di ricerca interdisciplinare, nel 2010 l’Associazione si trasforma in Fondazione “proponendosi sempre più come polo di aggregazione, di produttivo scambio tra musicisti, ensemble, studiosi e ricercatori a difesa di un’immagine positiva e colta della città di Napoli nel mondo intero”.
“Produzione e diffusione, ricerca, editoria ed alta formazione sono gli ambiti nei quali la Fondazione ha impegnato le migliori energie e risorse, anche a scopo benefico realizzando progetti per bambini e ragazzi “a rischio” dei quartieri spagnoli, nel tentativo di avvicinarli alla musica, al canto, alla recitazione o agevolandone la partecipazione ai concerti in cartellone con accesso gratuito, idealmente richiamandosi alla tradizione degli antichi 4 Conservatori napoletani, tra i quali quello di Santa Maria della Pietà de’ Turchini dal quale ha derivato la propria denominazione.
Grazie al Monastero e la Chiesa di Santa Caterina da Siena, il Centro di Musica Antica è riuscito a proiettare, sul campo nazionale e internazionale, il proprio messaggio artistico e culturale, senza trascurare l’immediato e problematico contesto territoriale nel quale si inserisce, contribuendo concretamente alla sua crescita socio-culturale e alla sua riqualificazione.

La seconda edizione de IL SUONO DELLA PAROLA ha visto protagonisti personalità del mondo della cultura, dell’editoria e della musica: Ruggero Cappuccio, Alberto Rollo, Giorgio Fontana, Massimiliano Virgilio, Matthieu  Mantanus, Laura Valente, Ivan Cappiello, Antonio Fresa, Marino Guarnieri, Alessandro Rak, Dario Sansone, Conchita Sannino, Luigi Scialdone, Luciano Stella, Diego De Silva, Aldo Vigorito e Stefano Giuliano.

Quest’anno la rassegna iniziata il 22 ottobre, e proseguita fino al 27 ottobre, si concluderà proprio martedì 15 novembre con la presentazione dell’opera “LETTORI SELVAGGI dai misteriosi artisti della Preistoria a Saffo a Beethoven a Borges la vita vera è altrove (GIUNTI, 2016) dello scrittore, professore, critico e traduttore Giuseppe Montesani.
Il libro racconta la grande storia della creatività e delle arti, degli uomini e delle donne che l’hanno tracciata. Dalle note di Beethoven ai lirici greci, fino Bob Dylan passando per Mozart e Maria Callas, dal Gilgamesh a Roberto Bolañoscegliendo il da/a che più si sente proprio – viene trasmesso al lettore l’amore per la vita, prima ancora che l’amore per la lettura; perché non c’è pagina, che parli di poesia T’ang, di sapienti indiani, di Marziale o di Friedrich Nietzsche, in cui non si intraveda nitidamente la vita del ragazzo, del giovane, dell’uomo che su quelle pagine si è entusiasmato, si è interrogato e ha sognato, e che di quelle pagine si è nutrito fino a tramutarle in sua carne e suo sangue.

“Leggere per vivere ci risveglia dalla noia e dalla rassegnazione..così riporta l’AutoreNon viviamo una vita vera, e demoni meschini ci tengono sepolti nella rabbia e nella paura: ma giorno dopo giorno, lasciando entrare in noi amori e stupori, forse possiamo diventare vivi.

Martedì 15 novembre, ore 18.30
Napoli, Chiesa di Santa Caterina da Siena
Via Santa Caterina da Siena 38
INGRESSO LIBERO, sino esaurimento posti.

Maria Luisa Allocca

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO