#SVERGOGNATI, a Napoli il Flash Mob contro la violenza sulle donne

0
628

Il 27 novembre la Terza Municipalità di Napoli ha organizzato un Flash Mob intitolato #SVERGOGNATI – Un atto d’amore. Appuntamento al Bosco di Capodimonte alle ore 10:30.

Tra le tante piaghe sociali che conosciamo ce n’è una che non accenna a diminuire né tanto meno ad avere una fine: la violenza sulle donne. E c’è una grande tristezza che accompagna questo terribile fenomeno, una sorta di avvilimento che cresce ogni qual volta ci rendiamo conto in che secolo, in che anno siamo.

Quante volte sentiamo dire: “Possibile che nel 2016 ancora succedono queste cose?”
Sì, è possibile. È possibile perché siamo noi a renderlo possibile nel momento in cui non soccorriamo quella ragazza avvolta dalle fiamme che corre incontro alle macchine in cerca di aiuto. È possibile perché lo Stato lo rende possibile lasciando impuniti i colpevoli. È possibile perché facciamo parte di una civiltà che di civile ha ancora ben poco.

Il terzo millennio è arrivato da un pezzo, continuiamo a fare passi avanti nei campi più disparati, dalla scienza alla tecnologia passando per l’ingegneria e la medicina, ma niente, quando si parla di donne sembra sempre di essere fermi al Medioevo. Prima ci chiamavano ‘streghe’ oggi, invece, una minigonna ci rende ‘facili’, il piacere di fare sesso ci rende ‘puttane’ e l’indipendenza ci rende invincibili. E questo alcuni uomini proprio non riescono ad accettarlo, ancor più di scollature o promiscuità sessuale. 

Solo in Italia sono più di 100 le donne uccise dall’inizio del 2016 da mariti, fidanzati che dicevano di amarle, da figli che dovevano rispettarle, da genitori che avrebbero dovuto proteggerle. Ecco perché, in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne che cade il 25 novembre, anche la città di Napoli vuole dare il suo contributo per aiutare ad ostacolare questo triste fenomeno. L’appuntamento è per domenica 27 novembre al Bosco di Capodimonte dove si terrà un Flash Mod intitolato ‘#SVERGOGNATI – Un atto d’amore’ organizzato dalla Terza Municipalità.

Tanti altri gli eventi in programma nel resto della penisola: a Milano sono state promosse iniziative da parte di studenti delle scuole superiori che metteranno in scena spettacoli teatrali, mentre nelle piazze principali della città si è dato vita ad un progetto d’arte contemporanea animato da giovani artiste emergenti; a Modena sono previsti seminari e conferenze di sensibilizzazione oltre ad una serie di eventi intitolati ‘Mai più violenza sulle donne’ organizzati per discutere e comprendere il fenomeno in questione; a Roma, invece, l’appuntamento più atteso, quello della Manifestazione Nazionale ‘Non una di meno’ del 26 novembre alla quale parteciperanno non solo donne ma anche collettivi, associazioni e centri antiviolenza, tutti uniti per dire basta alla violenza degli uomini contro le donne.

Flora Visone

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLega Pro: è una grande Casertana, 1-1 contro la capolista Juve Stabia
Articolo successivoReferendum: sì o no? Le ultime previsioni
Flora scrive da sempre perché le riesce meglio che parlare. Studia Lettere moderne e lavora in una ludoteca. Poesia e bambini, due cose che, messe insieme, un po' la vita la migliorano. Non sa cosa vuol fare da grande ma sa quello che non vuole fare: arrendersi ad una realtà che non ti fa regali, dove il futuro tocca andarselo a prendere da soli.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO