Sono le parole pronunciate dal Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in un’intervista a “Matrix”, andata in onda ieri sera, 16 novembre, su Canale 5. Il commento, sulla parlamentare del suo stesso Partito, Rosy Bindi, è estremo: “Quello che fece la Bindi è stata una cosa infame, da ucciderla. Ci abbiamo rimesso 1,5 – 2 per cento di voti. Atti di delinquenza politica. Non c’entra niente la moralità, era tutto un attaco al governo Renzi”.

Cos’è successo?

L’astio che Vincenzo De Luca prova nei confronti di Rosy Bindi viene da lontano, precisamente dall’estate scorsa, quando fu eletto Governatore della Campania. Un anno e mezzo fa De Luca fu inserito nella famosa lista degli “impresentabili”, insieme ad altri 12 in Campania, dalla Commissione Antimafia. Fu redatta proprio da Rosy Bindi, che presiedeva la suddetta Commissione. La notizia fu pesante, si scatenò un forte dibattito sulla legittimità o meno di Vincenzo De Luca ad essere il candidato del Partito Democratico. Lo stesso attuale Governatore querelò Rosy Bindi per diffamazione, invitandola anche ad un dibattito pubblico per sbugiardarla.

L’assoluzione

Nonostante l’inserimento nella lista degli “impresentabili” per una condanna in primo grado, Vincenzo De Luca, il 29 settembre del 2016, circa un anno dopo la sua elezione, è stato assolto dalle accuse sulla faccenda legata al Sea Park “perché il fatto non sussiste”. Il suo commento fu perentorio: “”Esprimo piena soddisfazione e rispetto per la magistratura. Era questa la vicenda per cui un’avventurosa parlamentare ci aveva presentato come impresentabili. Oggi ci presentiamo a testa alta”.

1 COMMENTO

  1. De Luca shock? No, De Luca normale…. magari i suoi elettori qualche domanda dovrebbero porsela.
    Soprattutto quelli che “Trump è il male assoluto…”
    Ecco, anche noi abbiamo i protoTrump, la differenza sta solo nel fatto che invece che Presidente degli Stati Uniti li facciamo Presidente di Regione.
    Ma magari ci sono buone speranze perchè un giorno De Luca lo diventi il Trump nostrano.
    E poi è pure di “sinistra”. Che vuoi di più dalla vita?
    Non un lucano alla De Luca..

LASCIA UN COMMENTO