NAPOLI. Durante il corteo per il NO al referendum, i manifestanti hanno provato ad occupare la sede provinciale del Partito Democratico in Piazza Carità.

Questi, però, sono stati fermati dai carabinieri in assetto antisommossa che hanno ritenuto opportuno chiudere i manifestanti all’intero del palazzo stesso, nell’androne delle scale. Le conseguenze di questo gesto sono state ritenute gravi dagli attivisti che, attraverso Facebook, hanno pubblicato foto e post:

“Piu di trenta agenti hanno spintonato, minacciato piu di sessanta persone, tra cui donne e bambini, mettendo in stato di fermo un attivista che si trovava pacificamente all’esterno, rilasciato subito dopo. Constatiamo ancora una volta una gestione autoritaria e repressiva dell’ordine pubblico non degna di un paese civile”.

napoli

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO