Gli uomini di Sannino agganciano in extremis i laziali e non riescono ad ottenere la seconda vittoria di fila che li avrebbe portati ad appena due punti dalla zona playoff.

Per l’ennesima volta la Salernitana ha mancato l’appuntamento con la vittoria che avrebbe potuto garantire l’inizio di un percorso all’insegna della continuità. I Granata, che sembrano aver recuperato il proprio bomber, Massimo Coda, al secondo gol consecutivo, peccano ancora di carattere e di cattiveria sotto porta. Sul fronte psicologico c’è da lavorare tantissimo: la squadra non riesce mai a tenere alta la concentrazione per tutti i 90 minuti e, oggi, dopo aver preso il gol del momentaneo svantaggio, gli uomini di Sannino hanno rischiato l’imbarcata, sventata solo da un ottimo Terracciano.

163347044-7414e32d-1bbf-4794-8446-8a4647d0be60-e1478441051178

La gara inizia subito con la pressione del Latina che, dopo pochi minuti, rischia di passare in vantaggio con Scaglia che sfrutta al meglio un contropiede innescato da Corvia. Giunto davanti all’estremo difensore campano, però, il numero 8 si fa ipnotizzare e spreca la sua personale occasione da gol. Solo intorno al 32′, dopo un primo tempo giocato prevalentemente a centrocampo, si sveglia la Salernitana con Coda, che non riesce, però, a sfruttare una bella palla regalatagli da Donnarumma, e con Odjer, che non riesce a sorprendere Pinsoglio con il suo tiro da fuori. Nella ripresa è sempre il Latina a spingere di più sull’acceleratore, trovando, questa volta, il gol al minuto 50 con Scaglia che si fa trovare pronto sul secondo palo e insacca una palla servita da Bandinelli che Corvia, in prima battuta, cicca malamente. Lo stesso Corvia, che sfrutta l’entusiasmo su cui viaggia la propria squadra, prova a rimediare all’errore precedente tentando un tiro al volo al 56′ e un colpo di testa al 59′ trovando, entrambe le volte, l’opposizione di Terracciano. Dopo dieci minuti di inferno la Salernitana prova a reagire alzando un po’ il baricentro. Arriva solo all’82’ il pareggio: Rosina serve Coda che, sfruttando una défaillance della difesa avversaria, insacca con uno sporco piattone in sforbiciata.

La situazione attuale vede la squadra di patron Lotito a +2 sulla zona rossa e a -4 dal sogno. Il campionato è sicuramente lungo, ma, se si guarda al calendario abbastanza ostico per le prossime partite, ci si rende conto che oggi, forse, era importante portarsi a casa due punti in più.

fonte immagine:corrieredellosport.it

Vincenzo Marotta

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO