Nella giornata di ieri e di martedì si è svolto il quinto turno del girone di qualificazione della Champions League. Ormai manca solo una giornata alla fine della prima fase e vari verdetti ormai sono definitivi. Andiamo a scoprire quel che è accaduto: da segnalare soprattutto l’8-4 tra Dortmund e Legia Varsavia, che stabilisce il record di gol nella storia moderna della Champions.

LA JUVE SI QUALIFICA – La Juventus di Allegri centra il primo obiettivo stagionale e si qualifica agli ottavi di finale della Champions League. I bianconeri nonostante tanta fatica alla fine sono riusciti ad espugnare il campo del Siviglia grazie alle reti di Marchisio, Bonucci e Mandzukic. Da segnalare il debutto del giovane Moise Kean, gioiellino bianconero classe 2000, che dopo aver esordito in Serie A contro il Pescara, tre giorni dopo ha fatto la sua prima apparizione in Champions a soli 17 anni. Ritornando comunque al gruppo H, la Juventus è certa della qualificazione e le basterà vincere contro la Dinamo Zagabria in casa per conquistare il primo posto del girone, mentre per la seconda piazza sarà una sfida tra il Lione, che ha vinto a Zagabria per 1-0 e il Siviglia, che è al momento secondo in graduatoria con 10 punti. Agli spagnoli per passare al prossimo turno di Champions basterà pareggiare o addirittura perdere con 1 gol di scarto nell’ultima partita proprio contro i francesi. Il Napoli, l’altra squadra italiana impegnata nella massima competizione europea, ha pareggiato al San Paolo contro la Dinamo Kiev per 0-0. In realtà c’è da dire che per i partenopei  l’eventuale vittoria contro gli ucraini non avrebbe modificato la situazione del girone, visto il pirotecnico pareggio tra Besiktas e Benfica per 3 a 3. La squadra di Sarri per andare avanti in Champions dovrà non perdere nel prossimo turno contro il Benfica o sperare in un’improbabile vittoria della Dinamo Kiev, già eliminata, contro i turchi del Besiktas. Nel girone A due pareggi: quello tra Arsenal e Psg per 2-2, caratterizzato da un’autorete per parte, e lo 0-0 tra Ludogerets e Basilea. Le squadra di Wenger e Emery sono già qualificate al turno successivo, resta solo da decidere chi arriverà primo.

COME ON RANIERI- Il Leicester di Claudio Ranieri battendo 2-1 il Bruges ha raggiunto un risultato storico, essendosi qualificato agli ottavi di Champions alla sua prima partecipazione, oltre al fatto che è anche sicuro del primo posto del girone. I Foxes quest’anno sembrano essere completamente concentrati sulla Champions, visto le difficoltà in campionato, e hanno raggiunto un obiettivo che solo 2 anni fa sembrava pura utopia. Per il secondo posto del gruppo A la lotta sarà tra Copenaghen e Porto, che hanno pareggiato 0-0 nello scontro diretto. Un’altra inglese, il Tottenham, esce dalla fase ai gironi avendo perso in Francia contro il Monaco, che è gia qualificato come capolista de girone E. Qualificazione certa anche per il Leverkusen, che ha pareggiato 1-1 in Russia contro il Cska Mosca. Un’altra tedesca, il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti, ha perso a sorpresa contro il Rostov, anche se la qualificazione era già acquisita nel turno precedente. Il primo posto però è stato già preso dall’Atletico Madrid, che ha battuto gli olandesi del Psv per 2 a 0 grazie alle reti di Gameiro e Griezmann.

mahrez-e-okazaki

RECORD DI GOL – Incredibile quanto accaduto nel girone F. La partita tra Borussia Dortmund e Legia Varsavia finisce con il risultato di 8-4 e stabilisce il record di gol nella moderna Champions League, superando l’8-3 del Deportivo la Coruna contro il Monaco, targato novembre 2003. Il match come si può intuire dal risultato è stato altamente spettacolare, ma alla fine i tedeschi con questa vittoria mantengono il primo posto nel gruppo F grazie soprattutto alla tripletta di Reus, al rientro dopo 6 mesi. Per capire però chi si qualificherà come primo del girone, bisognerà aspettare l’ultima gara, visto che il Real Madrid ha battuto in Portogallo lo Sporting Lisbona e si giocherà il primo posto al Bernabeu proprio contro i tedeschi. Qualificato come primo anche il Barcellona, che grazie all’ennesima doppietta di Messi, ha battuto in Scozia il Celtic per 2-0. Secondo si qualifica il Manchester City di Pep Guardiola, che pareggia 1-1 in Germania contro il Borussia Monchengladbach.

Salvatore Cantone

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO