“Si stamm’ ‘nzieme putimme ì luntano” – Al via la campagna degli studenti napoletani contro la camorra

Oggi, la Rete della Conoscenza Napoli al Liceo “Pasquale Villari” ha dato il via alla campagna “Si stamm’ ‘nzieme putimme ì luntano”. All’incontro nell’Aula Magna dell’Istituto erano presenti l’Assessore alle Politiche Giovanili Alessandra Clemente, Maria Laura Amendola della Rete della Conoscenza Napoli, Vittorio Leone e Stefano Daniele del gruppo “ToNoired”, Gianluca Torelli e Tonino Cesarano del movimento “UnPopoloInCammino”.

“Questo percorso – dichiara Maria Laura Amendola, attivista della Rete della Conoscenza Napoli – rappresenta un’opportunità per la città metropolitana di Napoli. L’intento è quello di costruire un’idea di città diversa, che parta dalla partecipazione attiva di chi la vive quotidianamente e di chi è costantemente a rischio. La gestione economica, sociale e culturale di interi pezzi della città da parte della criminalità organizzata è un sistema che va scardinato. Lo si può fare solo partendo dalle scuole e dalle università, oggi luoghi asettici e svuotati del loro ruolo di formazione di cittadine e cittadini. E lo si può fare solo attraverso l’impegno di sensibilizzazione da parte di tanti giovani disposti a mettersi in campo per il riscatto della propria terra. Al ciclo di assemblee nelle scuole e nelle università, iniziato oggi al Villari, contribuiranno l’Assessorato ai Giovani del Comune di Napoli, la Rete della Conoscenza Napoli, per promuovere la propria battaglia per la liberazione dei saperi come arma contro le mafie, il gruppo “To Noired”, attraverso il proprio lavoro multimediale di sensibilizzazione e promozione di un’idea di città diversa, e il movimento “UnPopoloInCammino”.

Ufficio Stampa Rete della Conoscenza Napoli

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO