Le stime ufficiali rese note dal Ministero degli Interni informano che oggi avevano diritto a recarsi alle urne 46.720.943 elettori, ripartiti nei 7.998 Comuni e nelle 61.551 sezioni elettorali del territorio nazionale. A questi numeri vanno sommati i cosiddetti “italiani all’estero” che hanno votato per corrispondenza, pari a 4.052.341 aventi diritto.

Durante la giornata elettorale, Libero Pensiero News vi informerà circa l’affluenza e le prime previsioni sui risultati del referendum costituzionale, sino a darvi notizia dell’esito definitivo della consultazione.

PRIMI EXIT POLLS

Secondo i primi exit polls di Ipr Marketing-Istituto Piepoli per Rai, il No sarebbe avanti con una percentuale che oscilla tra il 54 e il 58%, mentre il Sì si attesta tra il 42 e il 46% delle preferenze. Per gli exit poll di EMG per La7 il Sì è a 41/45%, No 55/59%. Gli exit poll Tecné per Mediaset danno il Si a 41-45%, il No 55-59%.

DATI AGGIORNATI ALLE ORE 23:00

AFFLUENZA PER SINGOLE REGIONI (in complesso ha votato il 68,43% degli aventi diritto) – dati Min. Interno

Piemonte 72,16%
Valle d’Aosta 71,90%
Lombardia 74,21%
Trentino-Alto Adige 72,23%
Veneto 76,66%
Friuli-Venezia Giulia 72,51%
Liguria 69,73%
Emilia-Romagna 75,93%
Toscana 74,45%
Umbria 73,46%
Marche 72,85%
Lazio 69,17%
Abruzzo 68,74%
Molise 63,91%
Campania 58,88%
Puglia 61,70%
Basilicata 62,87%
Calabria 54,43%
Sicilia 56,65%
Sardegna 62,44%

DATI AGGIORNATI ALLE ORE 19:00

AFFLUENZA PER SINGOLE REGIONI (in complesso ha votato il 57,24% degli aventi diritto) – dati Min. Interno

Piemonte 60,55%
Valle d’Aosta 60,77%
Lombardia 64,21%
Trentino-Alto Adige 61,60%
Veneto 65,91%
Friuli-Venezia Giulia 63,31%
Liguria 60,57%
Emilia-Romagna 65,91%
Toscana 63,59%
Umbria 61,69%
Marche 60,17%
Lazio 56,86%
Abruzzo 57,10%
Molise 52,33%
Campania 46,44%
Puglia 48,26%
Basilicata 47,92%
Calabria 44,34%
Sicilia 45,06%
Sardegna 51,75%

DATI AGGIORNATI ALLE ORE 12:00

AFFLUENZA PER SINGOLE REGIONI (in complesso ha votato il 20,14% degli aventi diritto) – dati Min. Interno

Piemonte 21,64%
Valle d’Aosta 22,34%
Lombardia 23,86%
Trentino-Alto Adige 21,58%
Veneto 24%
Friuli-Venezia Giulia 24,37%
Liguria 25,49%
Emilia-Romagna 25,96%
Toscana 22,17%
Umbria 19,68%
Marche 20,22%
Lazio 19,49%
Abruzzo 18,25%
Molise 16,71%
Campania 16,71%
Puglia 16,37%
Basilicata 14,50%
Calabria 13,02%
Sicilia 13,63%
Sardegna 18,78%