Napoli. Circa un mese fa gli abitanti della IX Municipalità (Soccavo, Pianura) si sono riuniti per sollevare un importante questione. In via Grottole fu costruito un Poliambulatorio, questo è stato lasciato in stato di abbandono. Sia all’interno che all’esterno dell’edificio vi è l’amianto e diversi rifiuti tossici.

I cittadini in un primo momento hanno incontrato la presidenza della Municipalità, in questa sede si sono affrontati due punti fondamentali: la bonifica e la ripresa dei lavori della struttura, fermi da più di 10 anni. Da quell’incontro la lotta è proseguita. Gli abitanti hanno ottenuto un tavolo tecnico pubblico. L’incontro è fissato per martedì 13 dicembre alle ore 16.00 presso la Sala Consiliare in viale Adriano.

Per risolvere il problema, l’Amministrazione Municipale e i comitati territoriali hanno proposto diverse soluzione; dal Dipartimento Ambiente del Comune di Napoli, alle figure dell’Assessore all’Ambiente, dal Presidente della Commissione Ambiente, all’ARPAL e all’Asl Napoli 1.

Un poliambulatorio necessario, visto che l’unico punto di riferimento  sanitario sul territorio è l’ospedale San Paolo di Fuorigrotta che comunque dista di molto rispetto i quartieri di Pianura e Soccavo.

Un dato che non può lasciare indifferenti ma deve far riflettere. Gli abitanti della IX Municipalità attenderanno l’incontro pubblico del prossimo martedì per fare chiarezza su una questione che necessita di un intervento al più presto. I cittadini hanno un solo obiettivo: “Adesso basta, vogliamo decidere noi!”

Maria Baldares

CONDIVIDI
Classe 1996, nata a Napoli. Laureanda in Scienze della Comunicazione. Ha scritto per diverse testate online e cartacee. Attenta in particolare alle tematiche sociali, si occupa per Libero Pensiero News della sezione Territori.