Pomigliano D’Arco (Na) – è ancora una volta la parola in versi la protagonista delle domeniche culturali pomiglianesi grazie alla rassegna Un caffè con la poesia che, giunta al suo terzo appuntamento, continua ad accogliere ragazzi  e adulti nelle sale de La Distilleria – La Feltrinelli Point, dove semplici reading si tramutano in momenti di alta condivisione di passioni ed idee.

L’incontro di stamane, aperto come di consueto dagli organizzatori Mario Volpe e Annamaria Pianese, ha visto alternarsi la lettura di componimenti, da parte di poeti affermati, al commento critico degli studenti del Liceo Torricelli di Somma Vesuviana che, guidati dal professore Angelo Papi, hanno dato prova di saper percorrere con estrema perizia quel ponte solido, eppure invisibile, che perennemente s’installa tra l’io poetante e il lettore: è il ponte di cui ha parlato lo scrittore turco Nazim Hikmet, un ponte tra sensibilità diverse, che oggi, più che mai, diventa ponte tra generazioni a confronto che fanno e interpretano poesia.

Antonio Di Nola, Lorenzo Fiorito, Ciro Tremolaterra, Igor Issorf e Alfredo Lombardi hanno dato modo, con le loro rime, di riflettere su tematiche importanti, quali il tempo, la ricerca della verità, la solitudine, l’aspirazione assoluta alla felicità, che non sono altro che proiezioni di quegli interrogativi che da sempre accompagnano l’uomo tormentandolo nel profondo, ma che, se sublimati con la poesia, cessano di esser dolorosi tormenti per diventare bellezza condivisibile. E hanno ben colto tale aspetto i più giovani che, attraverso filmati e pensieri su carta, hanno fatto proprie le sensazioni degli autori, dando ad esse vita nuova, dimostrando che la parola rinasce ogni volta che tocca un’anima diversa da quella che l’ha scritta o pronunciata.

Un caffè con la poesia - 11 Dicembre
Achille Campanile e Rosalba Rea

Neppure stavolta sono mancati all’incontro domenicale gli intermezzi musicali: il duo composto da Rosalba Rea e Achille Campanile ha deliziato i presenti con le più belle canzoni di Lucio Battisti, per poi proporre una versione musicata de L’infinito di Leopardi, cosa che ha reso particolarmente felice il professore Raffaele Urraro, noto studioso del poeta recanatese.

Per il prossimo reading bisognerà invece aspettare l’inaugurazione della kermesse ‘I colori della poesia’, che avrà luogo sempre alla Feltrinelli, il prossimo 13 Gennaio: grazie a Mario Volpe e Annamaria Pianese, s’infittisce il dialogo tra le arti e si torna a respirare in città profumo di cultura.

Anna Gilda Scafaro

CONDIVIDI
Articolo precedenteNapoli, cinque squilli a Cagliari: tris di Mertens
Articolo successivoIncontro al MISE per Almaviva, “l’attesa dei lavoratori” napoletani

Laureata in Lettere Moderne e specializzanda in Filologia Moderna presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, Anna Gilda Scafaro aspira a diventare una buona insegnante e una valida giornalista. Appassionata di scrittura e amante dei libri, nutre un forte interesse per l’Arte in tutte le sue sfaccettature più belle e complicate. Sogna di visitare i più rinomati musei europei e mondiali e di viaggiare alla scoperta delle storie più arcane e affascinanti che si celano nel cuore delle grandi e piccole città. Attualmente scrive per Libero Pensiero News, occupandosi della sezione Cultura.