La salute corporea spesso incontra diversi nemici, quasi sempre presentati come fattori esterni al corpo. Ma a volte anche ciò che è appartenente all’essere umano crea disagi. La mente umana è, infatti,  l’unica entità a mettere equilibrio tra uomo e ambiente circostante.  La psicosomatica è una branchia della psicologia che spiega la connessione tra un disturbo somatico e una condizione psicologica e può aiutarci a fare chiarezza.

Spesso il dolore è semplicemente un atto di un processo di cronicizzazione di pensieri ed emozioni. Ciò che avviene nell’ambiente a noi circostante, soprattutto  nell’ambito familiare, influenza la nostra psiche facendoci interiorizzare tutto. Un forte malessere fisico potrebbe essere, quindi, causato da alcuni sentimenti che noi proviamo. Ogni dolenzia ha una sua spiegazione in chiave psicosomatica:

  • Dolore muscolare: rappresenta la difficoltà nel muoversi nella vita quando si è in balia delle emozioni. Ci indica quanto siamo flessibili con le nostre esperienze nel lavoro, a casa e con noi stessi.
  • Mal di testa: limita il processo decisionale. Infatti le emicranie compaiono quando viene presa una decisione, ma non si agisce. In tal caso il dolore tende radicarsi e non uscire creando un pensiero ossessivo.
  • Dolore al collo: compare nelle persone che vivono in grande tensione creando uno stato di inflessibilità, rigidità, severità e autodisciplina.
  • Cervicale: chi soffre ripetutamente di questo particolare dolore tende ad essere dominato da un’attività riflessiva esagerata e da una grande ostinazione. Questi segnali rivelano una scarsa cedevolezza nei confronti delle proprie emozioni, del desiderio di lasciarsi andare, di abbandonarsi. Questi tipi di sofferenza si legano frequentemente a un eccessivo dominio del “mondo” della testa (razionale) sugli istinti.
  • Dolore alle gengive: è collegato a decisioni che non vuoi prendere o che non tolleri. Spesso per rabbia si digrignano i denti causando problemi anche all’apparato dentale e alle gengive.
  • Dolore alle spalle: indica che ti stai facendo carico di una emozione e che, appunto, la stai “portando sulle spalle”. Non hai il controllo della situazione e prendi con più leggerezza questo compito.
  • Mal di stomaco: si verifica quando “non hai digerito una situazione” ed essa ti è rimasta sullo stomaco. Lo stomaco è uno degli organi più sensibili e dove si somatizza di più. Molto probabilmente è una situazione in cui sei stato giudicato negativamente o che comunque ha a che fare col rapporto emotivo con le altre persone.
  • Dolore alla parte superiore della schiena: senti la mancanza di supporto emozionale. Forse ti senti solo e pensi che nessuno ti appoggia e ti vuole bene. Ciò capita soprattutto nei periodi di stress e in questi casi è consigliato rilassarsi attraverso pratiche come ad esempio yoga e pilates.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteFrecciarossa Etr1000, l’alta velocità arriva in Basilicata e Puglia
Articolo successivoPatto per Napoli, de Magistris pronto a collaborare con il nuovo governo
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO