I ghepardi sono a rischio estinzione. Ecco quanto emerso da un recente studio pubblicato su Pnas dai ricercatori della Zoological Society di Londra coadiuvati dalle organizzazioni Panthera e Wildlife Conservation Society è emerso che i ghepardi sono a rischio estinzione. Dei 100000 esemplari contati all’inizio del secolo scorso ne sono rimasti soltanto 7100, di cui il 99% vive in Africa. La specie ha subito un drastico calo soprattutto in Asia dove ne sono rimasti soltanto 50 in una piccola area dell’Iran.

Abbiamo preparato una analisi più completa di ciò che accade ai ghepardi. Data la segretezza di questi felini, per i nostri colleghi è stato estremamente difficile tenerli d’occhio, il che ha portato al fatto che alle loro preoccupazioni hanno prestato attenzione pochissime persone. Il nostro studio dimostra che la necessità di un grande habitat, insieme a molte altre minacce, hanno messo più a rischio di estinzione i ghepardi di quanto si pensasse in precedenza” ha spiegato in un’intervista Sarah Durant dalla Zoological Society.

I motivi della loro estinzione, a detta degli esperti, sono molteplici. I ghepardi tendono a migrare per grandi distanze in cerca di prede e ciò comporta il contatto sempre più frequente con gli esseri umani. Alcuni esemplari di ghepardo perdono la vita a causa di incidenti automobilistici e altri perchè uccisi dagli allevatori per proteggere le loro prede. A complicare la situazione c’è il traffico illegale di cuccioli, il cui prezzo può superare i 10 000 dollari. Secondo il ‘Fondo per la protezione dei ghepardi l’85% dei cuccioli portati via dall’Africa negli ultimi dieci anni ha perso la vita durante il viaggio.

Gli autori dello studio, pertanto, chiedono un cambio dello status di conservazione dell’animale sulla Lista Rossa dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) da ”vulnerabile” a ”a rischio”. Per proteggere i ghepardi sono, inoltre, necessari dei finanziamenti stanziati per le specie a rischio e un maggiore impegno dei Governi nella lotta contro il traffico illegale e nella salvaguardia della specie. Salvare uno dei felini più affascinanti al mondo è ancora possibile, basta volerlo.

Vincenzo Nicoletti