Le note compagnie telefoniche Wind e Tre Italia hanno ufficializzato la tanto attesa fusione tramite un comunicato stampa. L’annuncio di una possibile fusione è risalente agli scorsi mesi, ma l’annuncio ufficiale è è di oggi 2 gennaio. La nuova realtà telefonica operativa dal 31 dicembre ha preso il nome di Wind Tre e può già contare oltre 31 milioni di clienti e 2,7 milioni nel fisso.

Wind e Tre sono pronte ad investire 7 miliardi di euro in infrastrutture digitali per offrire agli utenti servizi innovativi e di elevata qualità. Tra gli obiettivi della Wind Tre Italia c’è quello di spingere con maggiore forza sulla rete web grazie l’utilizzo di connessioni ad alta velocità, sfruttando l’ormai collaudato 5G.  Grazie allo spalleggiamento dell’ Enel Open Fiber l’azienda ha intenzione di espandersi anche nel campo dell’integrazione fisso-mobile e nella realizzazione della rete a banda ultralarga.

L’azienda ha fatto sapere che i contratti precedentemente stipulati dai vecchi clienti Wind e Tre non subiranno alcuna variazione. Ancora ignoti i dettagli riguardanti le future offerte che verrano proposte dalla neonata compagnia. Quel che è certo è che gli utenti potranno a breve utilizzare la rete dell’ex concorrente sul mercato e ottenere così delle notevoli migliorie.

Alla guida di Wind Tre c’è l’esperto di telecomunicazioni Maximiliano Ibarra che si è detto pienamente soddisfatto del processo di fusione:  “Comincia una grande sfida di mercato, un’importante fase di sviluppo per l’economia digitale nel nostro Paese. Vogliamo essere leader nella relazione con i clienti grazie alla qualità delle nostre infrastrutture, alla trasparenza delle nostre offerte e alla passione delle nostre persone”.

Wind Tre è pronta dare battaglia ala Tim per la leadership nel campo delle telecomunicazioni. La prossima estate, salvo sorprese, è prevista, inoltre, la nascita del nuovo operatore Free Italia. Si preannuncia, pertanto, un 2017 sull’onda di guerre di offerte e novità tra le varie compagnie telefoniche.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedentePesci polari, allerta nei fondali libanesi
Articolo successivoNapoli: Nato il patto che regola la movida

Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto.
Ho frequentato le scuole presso l’istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all’istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt’ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale.
Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico.
Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l’ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.