Primo dei cinque appuntamenti che si susseguiranno nel corso di questa sessione invernale di calciomercato e che faranno chiarezza, settimanalmente, sulle trattative più interessanti intavolate dalle squadre di Serie A e su quelle già concluse.

L’Atalanta di Gasperini, dopo una prima parte di campionato giocata a livelli impensabili, rischia di vedere ridimensionata la qualità della propria rosa nel corso di questa finestra di mercato. Con un Kessiè, vera e propria rivelazione, impegnato in coppa d’Africa con la sua Costa d’Avorio, e un Gagliardini ai dettagli con l’Inter, la necessità di attuare delle operazioni in entrata per il centrocampo si fa sempre più incombente, ma non sembrano esserci delle trattative di rilievo importanti in tal senso. Intanto hanno già fatto le valigie Guglielmo Stendardo, destinazione Pescara, e Mauricio Pinilla, destinazione Genoa. Ed è proprio il Genoa, in questo momento, la squadra più attiva sul fronte ingaggi. Dopo le partenze di Rincon e Pavoletti, rispettivamente verso Juventus e Napoli, Preziosi ha piazzato dei colpi molto interessanti per sopperire a queste cessioni: Morosini dal Brescia, centrocampista classe ’95 che può risultare un ottimo colpo in prospettiva, Beghetto dalla Spal, Pinilla dall’Atalanta (è un ritorno a Marassi per lui dopo la stagione 2014-2015 disputata in rossoblù) e Adel Taarabt, centrocampista Marocchino con un passato al Milan alle spalle, acquistato dal Benfica per operare una riscossa personale dopo essere caduto un po’ nel dimenticatoio nelle ultime stagioni. Inoltre Loick Landre del Lens ha già firmato un triennale che lo legherà alla squadra di Juric a partire da Giugno.

La Roma ha ceduto Iturbe in prestito al Torino a seguito dell’ennesima trattativa portata avanti tra i Granata e i Giallorossi, mentre interessano in entrata Jesè del Psg per sostituire un Salah impegnato in coppa d’Africa con l’Egitto, Deulofeu dell’Everton (seguito anche dal Milan), Musonda (’96 del Betis scuola Chelsea), El Ghazi dell’Ajax (su cui, però, sembra esserci la concorrenza spietata della Lazio che, per di più, sarebbe in vantaggio nella trattativa), Feghouli del West Ham e Sanson del Montpellier. La Juventus sta valutando le offerte per Zaza ed Evra: il primo per cercare riscatto dopo la parentesi disastrosa al West Ham (che ha dichiarato più volte di non avere intenzione di riscattare il giocatore), il secondo per trovare un maggiore impiego. Entrambi, però, sarebbero indirizzati verso Valencia che, nel caso specifico di Zaza, sarebbe orientato a formulare un prestito con obbligo di riscatto ad un determinato numero di presenze (stessa formula del prestito concesso al West Ham). Per sostituire il Francese si sta sondando il terreno per Kolasinac dello Schalke. Con il colpo Rincon già archiviato i Bianconeri cercano un sostituto per Lemina, anch’egli impegnato in coppa d’Africa, ma soprattutto qualcuno che possa dare maggiore sostanza al centrocampo di Allegri, quella sostanza di cui si sente la necessità dal momento della partenza di Pogba. In tal senso si valutano le piste N’Zonzi, Tolisso e Luiz Gustavo su cui c’è anche altra concorrenza italiana. Procede bene, invece, la trattativa per Orsolini, giovane talento dell’Ascoli e della Nazionale under 20 conteso da tutte le big Italiane.

Orsolini in azione con la maglia dell’Ascoli.

Per ciò che concerne l’Inter, sta per chiudersi la telenovela Gagliardini: la prossima settimana la dirigenza cinese sbarcherà in Italia per chiudere la trattativa. Intanto Nagatomo ha addosso le attenzioni del Burnley, mentre per Yao, difensore delle giovanili classe ’96, si prospetta la pista Cagliari o, in alternativa, Palermo. Ancora aperte i negoziati per Jovetic mentre si sondano le piste anche in vista della sessione estiva: prima su tutte quella che porterebbe a Verratti, punto cardine di un’eventuale Inter quasi totalmente made in Italy. La Lazio è vicina a chiudere per la cessione al Lione di Djordjevic mentre, come detto in precedenza, sarebbe in procinto di arrivare El Ghazi. In tutto ciò è quasi conclusa la trattativa per il rinnovo di Biglia. Il Torino, dopo Iturbe, ha preso anche Carlão, mentre il Pescara, dopo aver preso in prestito Cerri dalla Juventus attraverso la Spal, ha fatto un sondaggio per Muntari che dovrebbe prendere il posto di Aquilani, ceduto al Sassuolo. La squadra di Di Francesco, qualora Acerbi dovesse volare a Leicester, sarebbe pronta ad accogliere Ranocchia su cui, però, c’è anche la concorrenza del Palermo. La Sampdoria si sta impegnando per Santon, Oikonomou e Lasagna, mentre il Bologna sta avendo difficoltà a portare Cerci alle dipendenze di Donadoni. Il Napoli ha preso Pavoletti e Leandrinho e sta ricevendo numerose offerte per Gabbiadini, Wolfsburg in prestito o WBA a titolo definitivo. Intanto l’interesse per Ciciretti del Benevento e Gnabry del Werder Brema continua ad essere forte. Infine vi è l’interesse concreto del Tianjin per Kalinic che potrebbe lasciare Firenze previo pagamento della clausola da 50 milioni che lo lega ai Gigliati.

Appuntamento a Domenica prossima per ulteriori notizie in merito agli esiti delle trattative fin qui analizzate.

Vincenzo Marotta