Continua la vicenda dell’ospedale di Nola. Il sindaco, Geremia Biancardi, in queste ore ha pubblicato diversi post sul suo profilo Facebook:

“All’ospedale di Nola la misura é davvero colma. Da oggi in poi il Comune si costituirà parte civile in ogni eventuale procedimento contro l’azienda. Intanto farò sentire la mia voce. Forte”.

Il sindaco, inoltre, fa anche una chiara sollecitazione al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Sull’ospedale di Nola é singolare che De Luca commissioni un’indagine su sé stesso. Invece di cercare il capro espiatorio, il Governatore della Campania risponda garantendo più servizi, a cominciare dalla cardiologia interventistica che deve essere assicurata per 24 ore al giorno. Servono tac, risonanze e soprattutto più medici, in primis gli ortopedici”.

Intanto la responsabile dell’Asl Napoli 3 Sud, Antonietta Costantini, ha annunciato la sospensione dal servizio del direttore sanitario dell’ospedale di Nola, Andrea De Stefano, il responsabile del pronto soccorso, Andrea Manzi, ed il responsabile della medicina d’urgenza, Felice Avella. Fino all’esito delle indagini per la verifica della loro reale responsabilità nella vicenda, i suddetti non potranno esercitare alcun servizio.

Simona Pietropaolo