La proposta di cittadinanza onoraria a Maradona, il probabile ingresso dei Verdi in Giunta e il rapporto tra De Magistris e le diverse anime del consiglio sono i temi dell’intervista a Marco Gaudini, uno dei due consiglieri comunali in carica del partito dei Verdi.

Nei giorni scorsi hai lanciato la proposta di chiedere al sindaco la cittadinanza onoraria per Diego Armando Maradona. A che punto è la vicenda?
Abbiamo scritto una nota ed ho firmato una lettera indirizzata al sindaco e al presidente del consiglio comunale per concedere a Diego Armando Maradona la cittadinanza onoraria della città di Napoli. Maradona, di fatto è già un cittadino napoletano, poichè appartiene alla cultura di questa città avendola fatta sognare nei momenti difficili e difendendola tutt’ora dagli attacchi strumentali. Credo che i tempi sono maturi per riconoscere un atto legittimo e doveroso che la città deve al campione argentino, al di là di quello che può essere l’uomo Maradona.
La richiesta è stata fatta e sarà messa all’ordine del giorno della prossima conferenza dei capigruppo per una calendarizzazione consiliare. Speravo di chiudere questa vicenda entro 16, ma non credo che riusciremo a farcela, auspico che per l’anniversario dei 30 anni del I scudetto del Napoli di consegnare nelle mani di Maradona la cittadinanza

Per te sono i primi mesi da consigliere comunale, puoi fare un primo bilancio?
Esperienza bella e molto entusiasmante perchè Napoli è in un momento molto bello. Percepiamo quotidianamente una riscoperta passione anche da parte dei cittadini e questo ti da grande forza ed entusiasmo per affrontare il duro lavoro che c’è da fare

Le voci che si susseguono già da alcuni mesi circa un probabile ingresso in Giunta dei Verdi? Si fa il nome di Maria D’Ambrosio ..
I Verdi hanno contribuito al risultato politico di De Magistris decidendo di appoggiare prima che un uomo, un progetto politico. Abbiamo stilato con De Magistris un patto programmatico che ha portato i Verdi a raggiungere un risultato storico nella città di Napoli (3%) e quindi ad eleggere due consiglieri comunali, io e Stefano Buono, oltre a più di una decina di consiglieri municipali. Riteniamo che quest’impegno a due mani sia elemento strutturale per poter vedere un coinvolgimento dei Verdi nella squadra di governo della città. Il sindaco ha più volte manifestato l’interesse nei confronti dei Verdi valutando anche le nostre iniziative e il nostro rapporto con lui di lealtà e soprattutto di grande lavoro. Per il momento aspettiamo fiduciosi anche perchè la nomina degli assessori spetta al sindaco essendo il capo della coalizione e della maggioranza, noi com’è noto abbiamo sottoposto al sindaco diversi nomi, tra cui quello di Maria D’Ambrosio ed aspetteremo le eventuali decisioni del sindaco. I verdi sono un partito nazionale

Le critiche al sindaco che stanno arrivando dalla sinistra?
La Sinistra in questa maggioranza credo sia ampiamente rappresentata con un Assessore, un presidente del consiglio comunale, una presidenza di una commissione e da questo si evince che questa maggioranza guarda molto a sinistra, in particolar modo il sindaco, il quale non ha mai fatto mistero di sentirsi un uomo di sinistra. Tuttavia questa maggioranza in consiglio comunale ha diverse anime; quella della sinistra, ambientalista, mondo cattolico, riformista, movimenti e comitati; questo rappresenta la vera forza di questa maggioranza, ma può diventare anche una debolezza e in questo deve essere bravo il sindaco

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteLibera Afragola-Casoria, una commemorazione per il maresciallo D’Arminio
Articolo successivoOspedale Monaldi: chiusura del Centro Trapianti Pediatrico?

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II