Con un altro tris di goal, dopo quello in coppa Italia contro lo Spezia, il Napoli ha la meglio sul Pescara contro cui mister Sarri aveva invitato la squadra a mostrare carattere e buon gioco nei confronti di una compagine molto aggressiva.

E infatti non si sbagliava Sarri: il Pescara nei primi minuti ha imbavagliato il Napoli con un ottimo pressing alto. Gli azzurri hanno faticato tantissimo a trovare gli equilibri nella prima frazione di gioco e infatti non vi sono particolari emozioni se non in qualche conclusione di Hamsik, di cui solo una è stata indirizzata nello specchio. Per gli amanti delle statistiche si può registrare che mai in questo campionato il Napoli aveva concluso il primo tempo con una sola conclusione nello specchio.

Nella ripresa cambia la scena. in pochi minuti gli azzurri piazzano un uno-due rapidissimo. Il primo goal è di Tonelli al 47′ che giunge così alla sua seconda rete consecutiva con il Napoli.Dopo appena 143 secondi è Hamsik che insacca con una bella conclusione al volo.

Diventa tutto più semplice per il Napoli contro il Pescara che comunque con il doppio svantaggio non demorde e continua a lottare, ma è ancora del Napoli un’occasione d’oro: gran tiro di Jorginho che trova l’opposizione di Bizzarri e della traversa.

Al 75′ arriva il terzo goal ad opera di Mertens.

Hamsik e Mertens entrambi in goal contro il Pescara

Negli ultimi minuti il goal della bandiera del Pescara su rigore trasformato da Caprari.

Continua così la corsa del Napoli su Roma e la Juventus, che è attesa in serata dalla Fiorentina.

Le pagelle

Reina 6. Prende solo tanto freddo.

Hysaj 6. Buona la sua prova. Si intestardisce in un’azione dove si è mostrato molto egoista, ma l’episodio è ininfluente.

Albiol 6,5. Tornato ai massimi livelli.

Tonelli 6,5. Sta giocando bene le sue carte. Molto bello il goal e tanta grinta in difesa.

Strinic 6. Fa una buona gara ma in alcune occasioni ha avuto diverse amnesie molto pericolose.

Zielinski 6,5. Tanta quantità e tanta qualità.

Jorginho 6. Buona regia ma solo nella ripresa ecco perchè mezzo voto in meno.

Hamsik 7. Elemento fondamentale del centrocampo, oltre al goal sfodera alcuni lanci lunghi di precisione, la novità della casa di quest’anno. È sempre più vicino al più grande di tutti i tempi nella classifica cannonieri nella storia del Napoli.

Insigne 6,5. Molto vivace, disorienta spesso gli avversari.

Mertens 6,5. Non brilla tantissimo ma trova il goal e mostra entusiasmo e grinta.

Callejon 6. Gran lavoro in ogni zona della fascia. Tende a stancarsi facilmente. Sempre di grande aiuto.

Non giudicabili i subentrati.

Salvatore Annona

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAl via i preparativi per il corteo di carnevale targato Gridas
Articolo successivoIl Cinema Ritrovato e i Lumière sotto Bologna

Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli.
Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale.
Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).