Risparmiare, investire, guadagnare. Uno schema difficile da rispettare in qualsiasi momento, soprattutto in un periodo di crisi.

Per molte famiglie il punto più difficile è già il primo, visto che l’aumento del costo della vita media non è stato seguito da un aumento dei salari, come riassunto nella tabella sui rincari delle tariffe pubblicata da Finanza.com. Chi però fosse in grado di mettere da parte una discreta somma potrebbe provare a far fruttare i propri sacrifici con qualche mossa azzeccata. Attenzione, è fondamentale sottolineare fin da subito che per gli investimenti è bene che si utilizzino i soldi in più, perché con ogni ipotesi la percentuale di rischio c’è. Alta in alcuni punti, sopportabile in altri. Ma la stessa parola investimento comprende in sé la possibilità di perdere tutto. Dipende da dove e come si spende il denaro.

Il metodo meno rischioso è costituito dai buoni fruttiferi postali. L’investimento è sicuro, ma a lungo termine. L’attesa per avere un guadagno considerevole è spesso decennale, avendo come fattore positivo il bassissimo rischio di perdere tutto. Un discorso simile vale per i conti deposito, a loro volta poco impegnativi ma non particolarmente remunerativi. Investire il proprio denaro in Buoni Ordinari del Tesoro significa già entrare con più convinzione nel mondo del mercato, sebbene mantenendo una percentuale di pericolo contenuta. Ovviamente per riuscire a fare il colpaccio bisogna avere tanto denaro o tanta abilità. Magari un pizzico di fortuna, che non guasta mai.

L’investimento più praticato riguarda il mercato immobiliare, che permette da sempre di impegnare somme anche importanti con la certezza di averne una rendita. Fondamentale seguire gli andamenti e il flusso di questo tipo di mercato per evitare di comprare un appartamento lussuoso e farlo cadere in disuso. Per chi non ha molto denaro a disposizione ma è dotato di buone conoscenze in determinati settori, il collezionismo può essere un investimento redditizio. Il difetto è che in genere si tratta di un’attività a lungo termine, specie se si parte dal basso. A volte persino vecchi fumetti, cd e oggetti acquistati presso mercatini dell’usato possono portare a plusvalenze. Per riuscire nell’acquisto giusto bisogna essere esperti e saper trattare nella fase di compravendita. Per chi non ha capitali da investire l’inizio può essere stentato, e la strada per il collezionismo d’arte è molto complicata.

Non resta che valutare infine i settori più rischiosi nel campo degli investimenti. Come tali, possono portare alla perdita come al guadagno di grosse cifre in un lasso di tempo limitato. Tutto spetta al senno e all’abilità dell’investitore. È il caso delle opzioni binarie, uno dei modi più semplici per entrare nel mercato azionario ma non per questo meno efficaci. Attenzione però ad affidarsi ai giusti broker, se si vogliono evitare brutte sorprese, come spiega un approfondimento di Eotrading. Nel campo delle opzioni binarie bastano pochi minuti per veder crollare il capitale investito, trasformando il sogno in un incubo. In questo caso le skill possono aiutare. Decisiva la scelta giusta tra il “put” e il “call”, che fa la differenza tra il buon guadagno e la spiacevole perdita.

L’investimento si trasforma così in un azzardo, ed è proprio il mondo del gambling l’ultima alternativa da prendere in considerazione. Il rischio di finire “broke” esiste solo per chi non sa controllare il proprio denaro con il sistema del bankroll, adottando una strategia troppo aggressiva. Dalle slot machine alla roulette, il colpo di fortuna improvviso può arrivare per chiunque. Giochi come il poker invece prevedono la vincita o la perdita contro avversari umani e non il banco, lasciando un margine spiccato alle skill del giocatore. Un caso alla Chris Ferguson, in grado di passare da 0 a 10.000$ in 18 mesi su un sito di poker online, è limitato a un genio della matematica. Con più pazienza, costanza e il superamento della varianza però ogni player esperto può avere la meglio sugli altri e trarre un buon profitto. Si tratta anche qui di un investimento a lungo termine, sia chiaro. Puntare tutto subito, più che una scommessa, è una follia. Spesso il modo migliore per perdere soldi risparmiati con fatica.