Week-end di grande spettacolo ed emozioni in giro per l’Europa: tanti i goal segnati e molti i risultati a sorpresa. Campionati completamente riaperti in Spagna e Francia.

Marcos Alonso festeggia la sua doppietta personale

Procede spedita in Premier League la marcia dei blues di Antonio Conte che si aggiudica il derby tutto italiano contro il Leicester di Claudio Ranieri: un secco 0-3 (doppietta di Marcos Alonso e goal di Willian) che permette al Chelsea di mantenere la testa della classifica con ben 7 punti di vantaggio sulle inseguitrici. Alle spalle della capolista vincono e convincono il Tottenham e l’Arsenal: gli Spurs si sbarazzano facilmente tra le mura amiche del West Bromwich per 4-0. I Gunners sbancano con lo stesso risultato il campo dello Swansea. Il risultato più sorprendente di giornata arriva però da Liverpool, sponda Everton: i Toffees abbattono il Manchester City di Pep Guardiola con un incredibile 4-0: a segno Lukaku, Mirallas e i giovanissimi Davies e Lookman (quest’ultimo all’esordio in prima squadra). Finisce in parità il big match ad “Old Trafford” tra Manchester United e Liverpool: ospiti avanti col rigore di Milner, ma i Red Devils acciuffano il pari a pochi minuti dal termine grazie al solito Zlatan Ibrahimovic. Per lui 13 goal e 4 assist nelle ultime 13 apparizioni.  Tre punti importanti anche per il West Ham, in un momento delicato della stagione e alle prese con la grana Payet: 3-0 al Crystal Palace. In zona retrocessione, infine, importante vittoria dell’Hull City (3-1) ai danni del Bournemouth.

Stevan Jovetic regala tre punti importanti al suo Siviglia

Si interrompe a quota 40 l’incredibile serie di risultati utili consecutivi conquistati dal Real Madrid tra tutte le competizioni: un goal di Jovetic, appena arrivato al Siviglia in prestito con diritto di riscatto dall’Inter, regala un prestigioso successo al Siviglia e soprattutto riapre prepotentemente il discorso titolo. Blancos avanti con il rigore trasformato da Ronaldo e poi, negli ultimi minuti di gioco, prima un’incredibile autorete di Sergio Ramos e poi il goal del montenegrino fissano il punteggio sul 2-1 finale. Ad approfittarne è anche il Barcellona che strapazza 5-0 il Las Palmas e avvicina la vetta. Vince ma continua a non convincere del tutto l’Atletico Madrid del “Cholo” Simeone: 1-0 di misura al Betis Siviglia grazie al goal di Gaitan. Punti importanti anche per il Valencia che, sotto gli occhi del neo-acquisto Simone Zaza, supera per 2-1 l’Espanyol, allontanando il terzultimo posto. In ottica Europa League preziosi successi per Celta Vigo (1-0 all’Alaves) e Real Sociedad (0-2 in casa del Malaga), mentre Athletic Bilbao e Villarreal non vanno oltre lo 0-0 sui campi del Leganes e del Deportivo La Coruna.

Julian Draxler, due goal in due partite per lui con la maglia del Psg

Dopo tante giornate al comando solitario della Ligue One, il Nizza, complice il suo mezzo passo falso, viene raggiunto al primo posto da uno strepitoso Monaco: la squadra del Principato si conferma la più in forma di Francia e schianta per 1-4 in trasferta l’Olympique Marsiglia di Rudi Garcia. E pensare che sotto la guida dell’ex tecnico della Roma, il Marsiglia era migliorato visibilmente dal punto di vista della tenuta difensiva: domenica sera però, contro gli scatenati attaccanti del Monaco non c’è stato nulla da fare. Rallenta dunque la squadra di Mario Balotelli che tra le mura amiche non va oltre lo 0-0 contro il fanalino di coda Metz. Alle spalle dell’insolita coppia al comando del campionato, staccato di tre lunghezze, il Paris Saint Germain: la squadra di Unay Emery continua a non entusiasmare e contro il Rennes porta a casa la vittoria grazie ad un chirurgico destro del neo-acquisto Julian Draxler. Esce quasi definitivamente fuori dalla lotta per il titolo il Lione, protagonista di una pazza partita in casa del Caen, con i padroni di casa che ne escono vincitori per 3-2. Rallenta, infine, anche il Saint Etienne bloccato sull’1-1 dal Lille. Nelle zone calde della classifica importante vittoria per il Lorient che batte 3-1 il Guingamp.

 

Ugo D’Andrea

CONDIVIDI
Articolo precedenteVilla Giaquinto, I anno di governo popolare
Articolo successivoDe Luca lancia il movimento Campania Libera
Ugo D'Andrea nasce a Piedimonte Matese (CE) l'11/10/1992. Sin da piccolo è appassionato di sport. Amante dei viaggi e del buon cibo. Studia Lingue e Letterature straniere presso l'Università "L'Orientale" di Napoli. Redattore e collaboratore presso il portale web "Calcio Estero News (CEN)".

NESSUN COMMENTO