A Caserta e in tutta la provincia studenti sul piede di guerra.
Da Lunedì infatti, diversi istituti superiori sono in stato di agitazione con sit-in e occupazioni, per protestare contro la Provincia di Caserta, la quale a causa del dissesto finanziario non è più in grado di provvedere alla dovuta manutenzione dei plessi scolastici.

Lo scorso Ottobre, la Provincia di Caserta ha inviato una circolare a tutte le scuole della città e della Provincia, nella quale invitava gli stessi istituti a provvedere autonomamente perfino al pagamento della luce.
La mobilitazione è stata molto forte con 15mila studenti casertani che hanno invaso il 18 Novembre, le strade principali della città.

In città tre giorni fa, il Diaz, il Manzoni e il Giannone hanno dato il via alla protesta, poi è toccato al Da Vinci di Vairano e al Don Gnocchi e Nino Cortese di Maddaloni.
Al Liceo Don Gnocchi, gli studenti sono entrati in occupazione da Lunedì denunciando le condizioni critiche in cui versa la scuola; estintori non a norma, alberi pericolanti, bagni non agibili e lavandini otturati.
‘Nella nostra scuola non c’è una palestra” – ribatte uno studente. In effetti esiste solo una palestra all’aperto. Fortunatamente, dopo diverse segnalazioni, gli impianti di riscaldamento funzionano.
Non sembra essere delle migliori la situazione in cui versa il Liceo Scientifico Nino Cortese, anch’egli in occupazione, dove si registra anche un mal funzionamento degli impianti di riscaldamento.
”Un mese fa, in seguito a forti raffiche di vento sono venuti giù anche alcuni calcinacci” – dichiarano gli studenti.

La protesta degli studenti casertani, dunque viene dal basso; a Caserta infatti, già da qualche tempo è nato il movimento Studenti in rotta contro la Bancarotta che raggruppa tutti i collettivi delle scuole della città organizzando la protesta per garantire il diritto allo studio agli studenti delle scuole superiori.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteRenzi, visita in incognito a Scampia
Articolo successivoBottas alla Mercedes, e la Williams fa bingo

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II