Un team di bioingegneri dell’Università del Nottingham e dell’Università del Nilo in Egitto sta mettendo a punto dei sacchetti di plastica biodegradabili in chitosano, materiale artificiale estratto dai gusci dei gamberi.

Questo polimero artificale si ottiene rimuovendo il carbonato di calcio dai gusci di gambero con acido e applicando una soluzione alcalina. Il chitosano è biocompatibile, ha proprietà antibatteriche e antimicrobiche e assorbe ossigeno. Grazie a queste notevoli caratteristiche è possibile produrre degli shopper ecologici in grado di aumentare la durata dei prodotti alimentari inquinando meno.

Il chitosano ha già avuto largo impiego nel packaging alimentare e farmaceutico, ma è la prima volta che viene utilizzato per produrre sacchetti alternativi ai classici in polietilene. Il problema è il costo di gran lunga maggiore rispetto a quello delle tradizionali borse di plastica. Il team sta, pertanto, studiando un modo per produrre un biopolimero nanocomposito più economico e biodegradabile.

Nel caso la ricerca andasse a buon fine si ridurrebbe di molto l’inquinamento in Egitto, paese in via di sviluppo che ancora oggi fatica a smaltire i rifiuti e depurare le acque contaminate. “L’utilizzo di un biopolimero biodegradabile fatto di gusci di gamberetti per sacchetti porterebbe a minori emissioni di CO2 e ridurrebbe il cibo e rifiuti di imballaggio accumulati nelle strade o in discariche illegali” ha spiegato in un’intervista Nicola Everitt, uno degli ingegneri dell’Università di Nottingham impegnati nella ricerca.

Everitt spera fortemente che la plastica in chitosano venga utilizzata dai produttori egiziani. “Oltre a ridurre fortemente l’inquinamento del paese l’utilizzo di shopper in chitosano potrebbe anche aumentare le esportazioni in un arco di tempo di 10-15 anni.” ha concluso il ricercatore. Buone notizie a livello nazionale per gli egiziani.

Vincenzo Nicoletti

CONDIVIDI
Articolo precedenteUn nuovo albero per Largo San Giovanni Pignatelli
Articolo successivoI colori della poesia: incontro con Davide Rondoni
Vincenzo Nicoletti nasce l’11 dicembre 1994 a Vallo della Lucania e si trasferisce con la famiglia a Brescia dove attualmente vive. Da sempre appassionato di lettura, viaggi, diritti umani e ambiente ha sviluppato una forte curiosità per il mondo che lo circonda nelle sue molteplici sfaccettature. Collabora con Libero Pensiero News come coordinatore della sezione Scienza.