Un team internazionale composto da 18 giovani ragazzi coordinati dal tedesco Christian Kroll ha messo a punto un sistema di ricerca i cui ricavi saranno utilizzati nella piantumazione di nuovi alberi in zone a rischio deforestazione.

L’iniziativa prende il nome di Ecosia ed è nata nel 2009 con la collaborazione di Yahoo, Bing e il WWF tedesco. I tradizionali motori di ricerca, grazie agli introiti pubblicitari , generano grossi profitti per chi li ha in gestione. Lo statuto aziendale impone di destinare l’80% dei guadagni alla riforestazione e l’obiettivo è raggiungere entro il 2020 la quota di 1 miliardo di alberi piantati.

Ecosia è carbon neutral e dotato, quindi, di un processo di quantificazione, riduzione e compensazione delle emissioni di CO2. Le emissioni causate dal server, infrastruttura, uffici e dispositivi degli utenti saranno neutralizzate al 100%.

L’interfaccia è semplice e allo stesso tempo innovativa e consente di visualizzare quanti alberi sono stati piantati grazie alle nostre ricerche.  Una piccola icona in alto a sinistra ci mostrerà in tempo reale il numero esatto di piante che abbiamo contribuito ad interrare nella più totale trasparenza.

Mensilmente i gestori del motore di ricerca pubblicano i dati relativi alle spese e ai profitti e aggiornamenti relativi allo stato dei progetti ad essi associati. Ad oggi gli alberi piantati grazie agli utenti sono circa 6 milioni.

Ecosia ha finanziato numerosi interventi tra i quali spiccano la piantumazione di alberi resistenti alla siccità nella regione desertica del Sahel in Burkina Faso e le riforestazioni in Perù e Madagascar.

Grazie a questo innovativo progetto è possibile salvare le foreste stando seduti davanti al proprio PC. Gli alberi sono di vitale importanza soprattutto nelle zone desertiche in quanto possono far ripartire il ciclo dell’acqua laddove il deserto ha preso il sopravvento. Le piante, pertano, ci aiutano a vivere una vita migliore.

Per maggiori informazioni visitare il sito https://www.ecosia.org/

Per scaricare una versione accedere ai seguenti link:

  • Windows: https://www.microsoft.com/en-us/store/p/ecosia/9nblggh07vjb
  • Android : https://play.google.com/store/apps/details?id=com.ecosia.android&hl=it
  • iOS: https://itunes.apple.com/it/app/ecosia/id670881887?mt=8

Vincenzo Nicoletti

CONDIVIDI
Articolo precedenteCaso Veropalumbo: il danno e la beffa
Articolo successivoAntonio Tajani: il “Presidente di tutti” che non entusiasma proprio tutti
Vincenzo Nicoletti nasce l’11 dicembre 1994 a Vallo della Lucania e si trasferisce con la famiglia a Brescia dove attualmente vive. Da sempre appassionato di lettura, viaggi, diritti umani e ambiente ha sviluppato una forte curiosità per il mondo che lo circonda nelle sue molteplici sfaccettature. Collabora con Libero Pensiero News come coordinatore della sezione Scienza.