L’Atalanta sta disputando un campionato esaltante: sesto posto in classifica a soli sei punti dalla zona Champions League, tanti giovani lanciati e un gioco espresso davvero molto interessante. Andiamo a scoprire nel dettaglio i giovani campioni di Gasperini, che stanno sempre di più mettendosi in mostra.

EL DORADO L’Atalanta ha sostanzialmente avuto il coraggio insieme all’allenatore Gasperini di mettere in prima squadra tanti giovani, e ora ne sta raccogliendo i frutti: considerando i 20 milioni di euro spesi della Juventus per Caldara, i 2 milioni di prestito e i 23 di riscatto dell’Inter per Gagliardini, e la probabile cessione di Kessie a giugno per circa 27 milioni, i bergamaschi potrebbero incassare un tesoretto di circa 75 milioni di euro, cifra molto significativa per una squadra come l’Atalanta. Questi incassi permetteranno alla società di Percassi di creare una sorta di circolo virtuoso, cioè permetteranno di utilizzare i soldi incassati per investire in altri giovani e poi venderli ad un prezzo elevato, come in una bottega molto costosa, come quella del Porto o dell’Ajax.

Atalanta

GASPERINI – Molto del merito dell’esplosione di questi giovani va sicuramente a Giampiero Gasperini: il tecnico di Grugliasco, arrivato all’Atalanta nell’estate scorsa, ha compiuto un autentico capolavoro, lanciando tanti ragazzi che si sono rilevati subito pronti ad affrontare la Serie A, evidentemente anche grazie al lavoro dell’ex Genoa. C’è da sottolineare inoltre anche il momento in cui questi giovanissimi sono stati messi in campo: l’Atalanta ad inizio stagione è partita malissimo, tuttavia, nonostante il periodo di crisi, Gasperini ha deciso di rischiare il tutto per tutto, ed è stato ripagato. Oltre ai già citati Caldara, Gagliardini e Kessie, ci sono anche Conti, Grassi e Petagna. Il primo è un terzino destro di grande spinta, che riesce a effettuare sia la fase difensiva che offensiva, il secondo è un centrocampista in grado di abbinare quantità e qualità, e infine abbiamo l’attaccante ex Milan, che sta disputando una stagione strepitosa, tanto da soffiare in maniera definitiva il posto ad Alberto Paloschi, fiore all’occhiello della campagna acquisti dell’Atalanta. Ricordiamo, inoltre, che nella banda di Gasperini fa parte anche Leonardo Spinazzola, centrocampista classe 1993 in prestito dalla Juventus.

I PROSSIMI BABY – I prossimi baby “fenomeni” dell’Atalanta in rampa di lancio sono Alessandro Bastoni e Filippo Melegoni, che sono stati schierati dal primo minuto da Gasperini in occasione della partita contro la Sampdoria. Il primo è un difensore centrale classe 1999 con il vizio del gol, visto che nel settore giovanile ha sempre segnato tra i 4 ai 9 all’anno. Il suo idolo? Thiago Silva. Il secondo invece è un centrocampista centrale classe 1999 dotato di notevole tecnica, ed è punto fisso nelle nazionali under: ha praticamente giocato in tutte le rappresentative giovanili, dall’Under 15 all’Under 19. Insomma, l’Atalanta ha adottato una vera e propria rivoluzione, che sta sempre di più regalando soddisfazioni e gioie ai propri tifosi.

Salvatore Cantone

CONDIVIDI
Articolo precedenteSan Giorgio a Cremano, coniugi arrestati per traffico d’armi
Articolo successivoChiesa e Simeone: figli d’arte alla conquista della serie A
Nato il 23/03/1990 a Napoli, ho frequentato il Liceo Scientifico “Elena Di Savoia” e successivamente mi sono iscritto alla facoltà di Economia e Commercio, in cui mi sono laureato nel giugno di quest’anno. Una delle mie passioni, oltre a viaggiare, è sicuramente lo sport, in particolare il calcio. Il mio sogno è quello di raccontarlo attraverso varie sfaccettature, perché ritengo lo sport un grande fenomeno di aggregazione sociale.

NESSUN COMMENTO