Luigi e Claudio De Magistris presentano DemA, l’associazione culturale nata un anno e mezzo fa che con le modifiche allo statuto approvate ieri, diventa un vero e proprio movimento politico.
DemA è il contenitore con il quale il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, si proietterà al di fuori dei confini partenopei, a cominciare dalla prossima tornata amministrativa nei comuni campani. DemA insomma, come ama definirsi lo stesso De Magistris, sarà alternativo al sistema.

A coloro i quali chiedono un impegno in prima persona dell’ex Pm alle prossime politiche, De Magistris non ha dubbi: “Faccio il sindaco di Napoli e voglio farlo fino al 2021”, dice. La prima sfida elettorale saranno le Amministrative in alcuni comuni della Provincia di Napoli. Almeno quattro o cinque i comuni in cui DemA lancerà la sfida. “E poi – prosegue – lanceremo la sfida a De Luca nel 2020 per le Regionali. Ma non in prima persona”.
Candidato alla segreteria è il fratello del sindaco, Claudio De Magistris.

Il primo cittadino ha poi sottolineato le differenze tra il suo movimento e gli altri partiti:”Dema è un movimento politico completamente diverso dai partiti che abbiamo conosciuto e che conosciamo, diverso dal Movimento 5 Stelle che è il principale movimento politico, ma che ormai assomiglia sempre più ad un partito. Noi puntiamo a far convergere in un luogo tanti movimenti autonomi, da Sud al Nord del nostro Paese, e anche in Europa e in altre parti del mondo, dovunque si stia provando con i fatti a dimostrare che esiste un altro modo di fare politica. Oggi si fa un ulteriore passo in avanti per la costruzione di questo movimento: si approva lo statuto, ci si avvia ad un’elezione degli iscritti che presumibilmente avverrà a giugno. Ci sarà un coordinamento provvisorio in questa fase di costruzione che è tutto partenopeo, perché le fondamenta le mettiamo qui a Napoli”.

Dopo la relazione di Luigi de Magistris, l’assemblea dei soci di demA ha votato alla unanimità il nuovo statuto. Lo stesso De Magistris ha proposto i nomi dei componenti del coordinamento votati dalla maggioranza dei presenti in sala. A far parte del coordinamento saranno: Giuseppe Aragno, Maria Caniglia, Federico Ciancio, Alessandra Clemente, Raffaele Del Giudice, Josi Gerardo Della Ragione, Claudio de Magistris, Rosario Di Lorenzo, Mariano Di Palma, Anna Fava, Egidio Giordano, Chiara Guida, Simonetta Marino, Salvatore Pace, Enrico Panini, Carmine Piscopo, Flavia Sorrentino, Luigi Vivese.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteParigi, attentato al Louvre, un uomo grida: “Allah Akbar”
Articolo successivoPene ridotte per reati di corruzione e abuso di potere: i romeni in piazza
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II