Parigi, ore 10.30, un uomo con due zaini viene fermato al museo del Louvre da alcuni addetti della sicurezza per i soliti controlli.

Alla richiesta degli zaini da parte di quest’ultimi, l’uomo ha iniziato a scagliarsi contro i soldati brandendo un machete. L’uomo ha urlato: “Allah Akbar”.

Questi ultimi hanno reagito sparando 5 colpi e ferendo gravemente l’attentatore, che nel frattempo era riuscito a ferire un soldato.

L’uomo è stato preso e portato in ospedale. È cosciente e sarà interrogato appena possibile.

L’area intorno al museo è stata evacuata e transennata. I visitatori all’interno (quasi 250 persone) sono stati fatti uscire. Bloccata anche la linea 7 del Palais Royal Musée du Louvre.

In attesa di aggiornamenti.

Nicola Capussela

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa generazione del “piano B”
Articolo successivoDe Magistris presenta nuovo movimento politico. ”La sinistra? Non ci interessa”
"Sono pessimista con l'intelligenza, ma ottimista con la volontà." Queste sono le parole di Antonio Gramsci nelle quali mi sento meglio rispecchiato. Nato alla periferia di Foggia, a cavallo tra un'educazione di città e una di paese, ho sempre cercato di differenziarmi dalla massa con qualche spunto, qualche novità, qualcosa che mi desse una caratteristica unica. Non per questo gli occhiali rossi sono il marchio distintivo. (ndr) Con alle spalle una cultura da ragioniere/informatico, con un sogno nel cassetto da giornalista, studio per poter diventare un insegnante di scuola Primaria; con la speranza di non smettere mai di imparare. Ma si sa, chi di speranza vive, disperato muore.

NESSUN COMMENTO