Altro sabato da dimenticare per il Napoli Primavera, vittima stavolta della Sampdoria capolista che in questa 16ma giornata di campionato li ha sconfitti per 3-2. Si tratta della seconda battuta d’arresto consecutiva per i giovani ragazzi di Giampaolo Saurini, fermati sabato scorso per 1-2 dalla Lazio, anch’essa al comando del girone A.

Quella di oggi non è stata una buona prestazione da parte degli azzurrini, i quali sono andati sotto di tre goal, ma col solito carattere che li contraddistingue hanno comunque tentato la rimonta che purtroppo non è andata a buon fine, così come accaduto la scorsa settimana nella gara coi biancocelesti. Importante ritorno in campo, dal primo minuto, di Luigi Liguori che, scontata la squalifica di tre giornate, può tornare a dare il suo apporto in zona d’attacco, tanto da siglare il secondo goal del Napoli. Degno di nota è l’esordio del brasiliano Leandrinho, il quale, schierato sul terreno di gioco dal 12′ del secondo tempo, si è messo in luce sfiorando addirittura il primo goal con la maglia azzurra.

Fischio d’inizio alle 14,30 in casa della Sampdoria, al campo Garrone di Bogliasco. Partenza abbastanza turbolenta per il Napoli che deve fare i conti con i padroni di casa partiti subito forte, mettendo alle strette la squadra azzurra con una intensa pressione. Ma i giovani di Saurini, dopo questa partenza un po’ in affanno, entrano subito in partita, dando vita ad un incontro equilibrato per quasi tutto il primo tempo. La stabilità tra le due compagini si rompe allo scadere della prima frazione di gioco, quando al 43′ il terzino D’Ignazio atterra in area il sampdoriano Vrioni, causando il rigore a favore dei blucerchiati messo a segno al 44′ da Jacopo Cioce che spiazza Schaeper, il quale individua l’angolo ma non arriva a parare: è 1-0 per la Samp. Nella ripresa c’è subito il raddoppio dei doriani all’8′ che vanno in goal con Tessiore, lasciando il Napoli in bambola e sotto di due reti. Ma la furia dei padroni di casa continua: al 33′ il portiere napoletano si vede violare l’angolino destro della porta da un tiro dal limite di Baumgartner che regala il 3-0 ai blucerchiati. L’orgoglio partenopeo si fa sentire, e al 39′, su una punizione dal limite procurata dal neo acquisto Leandrinho, il solito Russo la mette dentro con precisione accorciando le distanze. Dopo appena tre minuti, con un uno due fulminante, Liguori solitario in area sampdoriana sigla sotto porta la rete del definitivo 3-2.

Napoli che sembrava aver iniziato alla grande il girone di ritorno, battendo la capolista Verona e il Cesena, dando vita a prestazioni convincenti. Purtroppo le gare successive non sono state all’altezza, soprattutto quella di quest’oggi contro la Sampdoria che ha visto gli azzurri surclassati dagli avversari, e a nulla è servito il tentativo estremo di rimonta nel finale di partita. Altri tre punti gettati al vento, che vedono il Napoli ancora incollato a quota 25 al sesto posto nel girone A, fortunatamente continuando ad essere in lizza per la zona play off.

Marinella Auriemma