Il posizionamento dei siti internet sui motori di ricerca è un’attività molto importante per chiunque desideri ricevere maggiore visibilità tramite il web e, di conseguenza, ampliare il proprio giro d’affari e sbaragliare la concorrenza.

Con un po’ di ritardo rispetto all’America, finalmente anche da noi l’ottimizzazione del sito internet in funzione del posizionamento SEO (search engine optimization) inizia a riscuotere consensi e ha visto un significativo ampliamento della richiesta da parte di privati, liberi professionisti e aziende che ne hanno colto l’importanza strategica per l’acquisizione di un maggior numero di clienti.

Nell’era di internet, infatti, è la visibilità il vero segreto del successo. Si può essere degli ottimi, competenti ed esperti professionisti nel proprio settore ed offrire anche dei prezzi ultra-concorrenziali, ma se non si è facilmente individuabili sul web ci si autoesclude dal mondo del lavoro o ,per lo meno, si rischia seriamente di svendere la propria professionalità. È una cosa di cui bisogna essere consci ed adeguarsi ai cambiamenti che il mercato del lavoro impone. In questo senso, la SEO offre delle risposte più che efficaci.

Essendo un settore in espansione, il mondo della SEO offre delle reali possibilità di lavoro per chiunque decida di specializzarsi in questo ambito. Si tratta di un’attività che offre tanti vantaggi e, soprattutto, è alla portata di tutti.  I meccanismi della SEO, infatti, non sono complicati e per comprenderli non occorre avere delle specifiche competenze informatiche; basta soltanto avere tanta voglia di imparare e acquisire dimestichezza con la pratica.

Da un punto di vista pragmatico, serve semplicemente disporre di un computer e di una connessione internet veloce. È infatti un’attività che può essere svolta comodamente da casa in piena autonomia e consente un’estrema flessibilità nella gestione degli orari di lavoro. Poter lavorare senza l’ansia di arrivare tardi in ufficio a causa del traffico, senza dover subire lo stress dell’ambiente di lavoro ed essendo davvero padroni del proprio tempo costituiscono un grande valore aggiunto di questa professione che vanno ad incidere in maniera positiva anche sulla propria produttività e sulla qualità del proprio lavoro.

Inoltre, anche se si tratta di un lavoro autonomo, non c’è il rischio di sentirsi soli. Il web, infatti, è pieno di forum e community a livello nazionale ed internazionale sull’argomento che possono essere una fonte molto importante di supporto e di confronto. In rete c’è tutto un universo che aspetta solo di essere esplorato e in cui si possono condividere esperienze, apprendere nozioni sul funzionamento dei software gratuiti di supporto all’attività e, perché no, avviare collaborazioni lavorative. È un lavoro che concilia quindi la “quiete” dell’autonomia e il dinamismo della condivisione, in cui non si dipende da nessuno, ma si partecipa fattivamente.

Infine, l’acquisizione delle competenze in ambito SEO rappresentano un’importante opportunità di lavoro per chi ne è in cerca e possono essere molto utili anche a chi desideri semplicemente utilizzarle per aumentare la visibilità del proprio sito internet rendendosi quindi autonomo da ogni altra figura professionale del settore. Chi ha un sito internet per promuovere la propria attività sa bene che ci sono dei costi di gestione da sostenere e che rischiano di non essere facilmente ammortizzati se il traffico organico del sito non si traduce in nuova clientela acquisita.

Ecco perché la visibilità del sito internet è fondamentale e ci sono solo due strade percorribili per conseguirla: pagare profumatamente le agenzie pubblicitarie oppure sfruttare le competenze SEO. Sebbene l’obbiettivo di queste due metodologie sia identico (piazzarsi in cima ai risultati dei principali motori di ricerca) c’è una sostanziale differenza di fondo: l’utente medio guarda con diffidenza i siti sponsorizzati perché si aspetta che i costi pubblicitari incidano sul prezzo del prodotto o sulla tariffa della prestazione (a seconda che si tratti di e-commerce o di liberi professionisti) e perché questo tipo di visibilità non si basa sulla buona reputazione del sito. La SEO punta invece, come mostrato su alcuni blog italiani come j factor, proprio all’abbattimento dei costi pubblicitari e all’acquisizione di una solida reputazione e autorevolezza sul web.

NESSUN COMMENTO