Trivellazioni nel Vallo di Diano: De Mita presenta un emendamento da inserire nella legge di riforma degli Enti Parchi su sollecitazione dell’Assessore regionale al turismo Corrado Matera.

Queste le affermazioni che l’Assessore regionale al turismo Corrado Matera ha rilasciato al quotidiano InfoCilento:

A seguito della richiesta presentata dalla Compagnia petrolifera Shell di effettuare sondaggi esplorativi per attivare la ricerca di idrocarburi nel territorio del Vallo di Diano, su mia sollecitazione l’On. De Mita ha presentato un emendamento da inserire nella legge di riforma degli Enti Parchi” , “Indipendentemente dall’appartenenza politica – approfondisce Matera – ho invitato i cittadini, le istituzioni, le associazioni ambientaliste a fare squadra per sostenere la salvaguardia e la qualità del territorio. Ho sollecitato i Sindaci a sensibilizzare i Parlamentari afferenti alle loro estrazioni politiche a sostenere l’emendamento presentato dall’On.le De Mita”. “Sono convinto che la battaglia intrapresa da De Mita in sede legislativa rappresenti una garanzia per la tutela delle risorse storiche e paesaggistiche della nostra terra”.

Intraprendere una battaglia comune a tutela delle proprie risorse naturali e paesaggistiche, questa la linea proposta dall’Assessore al turismo e all’appello risponde anche il comune di Sala Consilina che, negli scorsi giorni, ha deliberato in consiglio comunale il suo NO contro il progetto della ditta Shell caratterizzato estrazioni petrolifere nell’area di Monte Cavallo.

Interessante la proposta dei consiglieri di minoranza del Gruppo Positivo:

“[…] In qualità di Consiglieri Comunali e rappresentanti del Gruppo politico Positivo Si Cambia, vista la possibilità offerta dal regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale, con la presente preannunciano di voler proporre nella prossima seduta consiliare l’istituzione di una “Commissione Consiliare Ambientale”, senza gettoni di presenza e che si occupi di far eseguire, nell’interesse dell’Ente, delle specifiche analisi di acque, aria e terreni, per poi valutarne risultati e proporre all’amministrazione comunale politiche di salvaguardia e recupero, che dimostrino nel tempo e dati alla mano, la sensibilità di questo territorio nel valutare l’impatto ambientale dell’opera dell’uomo. Chiediamo inoltre che nel corpo dell’eventuale delibera Sala Consilina si faccia promotrice dell’istituzione presso tutti i comuni valdianesi di simili commissioni e che la Comunità Montana ne diventi cabina di regia.”

Giuseppe Luisi

 

NESSUN COMMENTO