Battipaglia fa parlare di sé per una vicenda molto singolare: da mesi ormai il Partito Democratico di Battipaglia sta subendo numerosi colpi. Al centro delle polemiche emerge il nome di Nicola Landolfi, segretario provinciale del Pd: dall’apertura del tesseramento al partito dell’anno corrente, la segreteria locale richiede alla segreteria provinciale le adeguate tessere per completare le iscrizioni: le richieste però non hanno mai un esito positivo e al centro delle vicissitudini sembra esserci proprio Landolfi.

Negli ultimi anni, gli iscritti al Partito Democratico di Battipaglia sono in decrescita e a parlare Battipagliasono proprio i numeri: nel 2014 gli iscritti al partito erano ben 490 per diventare meno di 200 nel 2016. Quest’anno a richiedere le tessere sono stati circa 150, dati emessi dalla segreteria cittadini con a capo Davide Bruno, ancora oggi in carica. Questo episodio potrebbe essere forse spiegato con le ambizioni politiche di Landolfi che aspira ad avere il commissariamento del PD di Battipaglia. Egli aveva esplicitato già dopo le elezioni amministrative del 2016 la volontà di rifondare il Pd a Battipaglia, ma non avendo ottenuto riscontro mediatico, ha deciso di intraprendere la strada del silenzio alle richieste di tesseramento portando così il numero degli iscritti pari a zero con il consequenziale commissariamento.

Il 28 febbraio sarà l’ultimo giorno per una risoluzione a tale problema in quanto in questo giorno si chiuderà il tesseramento al partito. Dai dati emerge che nessun cittadino battipagliese ha ottenuto la tessera nell’anno 2017 e fra queste nemmeno il segretario del partito Davide Bruno e il consigliere comunale Egidio Mirra.

La situazione resta preoccupante a livello politico e sociale poiché nessun cittadino potrà esprimere la propria opinione con la votazione ai futuri incontri politici del Partito Democratico, come ad esempio a congressi di tipo nazionale, regionale o provinciale azzerando in questo modo la volontà di manifestare le proprie idee.

Nicoletta Crescenzo

NESSUN COMMENTO