In occasione del Napoli COMICON 2017 – Salone Internazionale del fumetto l’arte del fumetto e quella del teatro si sposano:  il 29 e 30 aprile al Bellini di Napoli sarà messo in scena Un  amour exemplaire/Un amore esemplare, un gioco teatrale tratto dal fumetto Un amour exemplaire di Daniel Pennac (Autore) e Florence Cestac (Illustratrice).

Il fumetto, ancora inedito in Italia, ha avuto un grandissimo successo in Francia così la regista Clara Bauer, che aveva già diretto Journal d’un Corps, di e con Pennac, decide di cimentarsi anche in questo nuovo lavoro con la  partecipazione di Ludovica Tinghi e Massimiliano Barbini, le musiche di Alice Pennacchioni e le luci di Ximo Solano che ci  mostrano dal vivo l’origine di questa idea servendosi del mezzo teatrale e raccontano la meravigliosa storia di un amore esemplare.

Un amore esemplare fumetto Comicon
Daniel Pennac e Florence Cestac

L’autore stesso è protagonista attivo, sia del fumetto che della messa in scena: Daniel Pennac trascorre le sue vacanze in Costa Azzurra e qui, nel dolce ozio estivo, lui e suo fratello incontrano Jean e Germaine che vivono una storia d’amore straordinaria, seppure un po’ fuori dalla realtà quotidiana.

Le prevendite saranno disponibili da giovedì 16 febbraio sul sito del Teatro Bellini e su Azzurro Service. Lo spettacolo è in francese e in italiano.

A proposito del fumetto la regista Clara Bauer ha dichiarato “La lettura di Un amore esemplare ha suscitato in me il desiderio di portare quest’opera a teatro principalmente per due motivi: in primo luogo per la storia, quella di un amore stimato risolutamente improduttivo (nessuna occupazione, nessun figlio, nient’altro che l’amore e l’arte di arrangiarsi) che resiste a tutte le avversità; e poi per la sfida di portare un fumetto a teatro.”

Questa commistione di arti mostra un forte rispetto reciproco, una voglia di avvicinare mondi che per molto tempo sono stati giudicati troppo diversi per poter comunicare, grazie al Comicon, alla regista Clara Bauer ed all’autore Daniel Pennac il mondo del fumetto afferma sempre più la propria forza comunicativa.

Daniela Diodato

NESSUN COMMENTO