Termina 1-1 la partita tra Salernitana e Cesena, che, con questo risultato, restano separate in classifica dagli stessi tre punti che le dividevano alla vigilia.

La Salernitana doveva vincere per portarsi a -1 dalla zona play off, il Cesena per allontanarsi dall’opprimente calore della zona play out. Risultato? Una partita che ha visto contrapposte due squadre che si sono annullate in tutto e per tutto, dai gol alle occasioni create passando per i legni colpiti. Il gioco dei Granata non è propriamente convincente, nonostante i risultati ottenuti nelle ultime 5 partite (due vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, peraltro contro il Verona), Rosina sembra l’ombra di sé stesso e Donnarumma sotto porta sta risultando assai impalpabile. Dall’altra parte, il Cesena, con la gara di oggi, si porta a casa il quinto risultato utile consecutivo, confermando l’inizio di quella che potrebbe essere un’inversione di tendenza rispetto alla prima disastrosa parte di campionato.

Cocco, l’autore del pareggio, in azione.

La gara inizia con i bianconeri d’Emilia nettamente più propositivi rispetto ai padroni di casa, arrivando, già al 7° minuto in area avversaria con un calcio di punizione sventato di testa da Ronaldo. Al 12′, poi, è Garritano, l’uomo che ha bucato la Roma in coppa Italia, ad impensierire Gomis con un colpo di testa su servizio di Renzetti. La Salernitana, dopo qualche ripartenza bruciata, trova il gol al 22′ con Minala: Busellato crossa in mezzo per Coda che si coordina e colpisce il pallone che diventa buono proprio per l’ex Lazio il quale, solo davanti alla porta, infila in rete di petto. Passano appena 5 minuti e gli ospiti trovano la rete del pari con Cocco che, dopo aver ricevuto un pallone servito da Balzano, schiaccia di testa eludendo con il rimbalzo un poco attento Gomis che si fa sorprendere. Il Cesena, sulle ali dell’entusiasmo, prova a raddoppiare nei minuti successivi sempre con Cocco che tenta prima con un tiro su sponda di Garritano su cui si fa trovare pronto, questa volta, l’estremo difensore granata, e poi con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo: in questo caso è la traversa a negare la gioia del gol agli uomini di Camplone. Al 40′ si rivede la Salernitana, evidentemente scossa dalle iniziative arrembanti degli avversari, che con un tiro Coda si rende pericolosa non riuscendo a trovare, però, la via del gol. Negli ultimi secondi del recupero Minala di testa colpisce la parte bassa del palo non riuscendo, in questo modo, a sbloccare il risultato dall’1-1. Nel secondo tempo sono i padroni di casa a fare proprio il pallino del gioco, arrivando più volte alla conclusione con Coda e Donnarumma che, però, buttano alle ortiche delle ghiotte occasioni nonostante si trovassero soli davanti ad Agliardi. Allo scadere gli ospiti si rendono pericolosi con un calcio d’angolo, non riuscendo, però, a concludere nulla. Il Cesena sale a 29 punti, la Salernitana va a 32 e viene agganciata dall’Avellino, vittorioso a Cittadella per 3-1.

Vincenzo Marotta

NESSUN COMMENTO