Dopo la sconfitta per 3-1 al Santiago Bernabeu il Napoli era atteso da un match da sempre molto ostico in campionato contro il Chievo. Prova superata brillantemente dall’undici di Sarri che schiera Pavoletti dal primo minuto.

La sfida contro il Chievo è sempre stata difficile per il Napoli, ma questa volta i ragazzi di Sarri hanno avuto la meglio contro i clivensi sfoderando una prova molto convincente ad esclusione del black-out degli ultimi quindici minuti.

Sono partiti subito bene i partenopei che hanno obbligato il Chievo a rintanarsi nella propria metà campo per rintuzzarne gli affondi precisi. Ma occorre mezz’ora per sfondare il muro clivense: Insigne si libera splendidamente il destro ed altrettanto splendidamente sfodera un tiro a giro che batte l’estremo difensore gialloblu. Sesto goal in trasferta per il talentuoso attaccante de Napoli.

Insigne dopo il goal al Chievo

Pochi minuti ed è Hamsik che sigla il raddoppio su imprecisa uscita di Sorrentino che si fa rubare palla da Allan, che serve appunto il centrocampista slovacco che non sbaglia. Hamsik si avvicina sempre di più ad un record leggendario: è a soli cinque goal da Maradona. Il Napoli finisce il primo tempo in vantaggio di due reti.

Hamsik per il 2-0 del Napoli al Chievo

Nella ripresa il Chievo si mostra più organizzato e deciso a tentare la rimonta concedendo pochi spazi e gioco ai partenopei. Ma Zielinski, in un break d’attacco, trova il goal con un destro non irresistibile, ma reso imparabile per Sorrentino a causa di una deviazione di Spolli.

La partita sembrava chiusa ma un clamoroso errore difensivo confezionato dai centrali Koulibaly (che tenta un’improbabile rovesciata) e Maksimovic (in grave ritardo nel ritorno) permette a Meggiorini di superare Reina.

Il goal mette le ali al Chievo che tenta il tutto per tutto lanciandosi in un disperato attacco, ma i partenopei, anche se in maniera non ordinatissima, riescono ad amministrare il vantaggio e portare a casa tre punti importantissimi. Nel finale c’è stato spazio anche per Milik che, pian piano, sta recuperando la miglior condizione.

Le pagelle.

Reina 6. Un solo intervento miracoloso sullo 0-0. Non ha colpe sul goal clivense.

Hysaj 6. Partita ordinata la sua. Approfitta di molta libertà che gli è concessa per affondare spesso in attacco.

Maksimovic 5.5. Non ha convinto. Posizionato male, recupera peggio in occasione del goal del Chievo. Deve lavorare molto per ritrovare la miglior condizione.

Koulibaly 6. Mezzo voto in meno per l’ingenuo errore che regala al Chievo un goal evitabile.

Ghoulam 6. Non molto in evidenza in questa gara. Si gioca poco con le sue offerte di profondità, ma non sfigura.

Allan 6. Benino, poi si infortuna. Gli subentra Zielinski 6. Segna il terzo goal napoletano in questa partita, poi regala ottime geometrie e copertura.

Jorginho 6.5. Ottima prova dell’italo-brasiliano con una altissima percentuale di passaggi riusciti in partita. Attento e prezioso in questa gara.

Hamsik 6.5. Il capitano si avvicina sempre di più alla leggenda. Sono 110 i suoi goal con il Napoli.

Insigne 7,5. Il migliore in campo. Sblocca il risultato con una perla. Forse senza quella magia il Napoli avrebbe potuto incontrare molte più difficoltà del previsto. In stato di grazia.

Callejon 6. Forse occorrerebbe far tirare un po’ di fiato anche a lui. Stanco, riesce a giocare con ordine e attenzione, ma nulla di ottimo.

Nel finale c’è spazio anche per Giaccherini (NG) e Milik (NG).

Salvatore Annona 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa denuncia di Borrelli: “Fuochi illegali sull’asse mediano”
Articolo successivoInquinamento, record negativo per l’Italia

Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli.
Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale.
Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).