“Salvini, Napoli non ti vuole!”

È questo il grido che arriva dalla nostra Napoli, una Napoli che non dimentica gli insulti e le offese ricevute da un uomo che ci ha sempre denigrato. Ora il problema dell’Italia non è più il meridione, almeno non solo quello, ma sono gli immigrati che “ci rubano il lavoro”.

Sabato 11 marzo Salvini sarà presente a Napoli con lo scopo di organizzare una manifestazione per propagandare le sue idee “di chiara impronta antimeridionale, offensiva nei confronti della città, razzista e xenofoba”.

Napoli però non è mai stata una città razzista e fascista, è stata sempre una città multietnica, aperta a tutti i popoli.

La manifestazione promossa dal leader della Lega si terrà presso la Mostra d’Oltremare, nonostante le forti proteste da parte del Comune, che non era assolutamente d’accordo al riguardo.

È il Comune, infatti, a essere il maggior azionista dell’ente Mostra ma, nonostante abbia premuto affinché non fossero concesse le autorizzazioni per la manifestazione, ha dovuto cedere alla decisione del Prefetto che si è presa durante il Comitato per l’ordine e la sicurezza.

“La Prefettura – ha dichiarato il Sindaco Luigi de Magistris a Radio KissKiss – scriverà ai vertici della Mostra imponendo di far svolgere al suo interno la manifestazione di Salvini”

Contemporaneamente al comizio politico di Matteo Salvini a Napoli si svolgerà una manifestazione contro quest’ultimo e contro le sue idee che i napoletani non possono certo condividere.

Sono numerosi gli atti di protesta compiuti in questi giorni in attesa di poter scendere in piazza l’11 marzo per far sentire la propria voce.

Salvini
Voi con Salvini, Noi con il Sud

Giovedì 9 marzo nello Spazio di Porta di Massa si svolgerà un’assemblea per difendere “le nostre strade dall’invasione razzista e fascista!”

“Pensiamo – si può leggere sull’evento – che Napoli non possa essere utilizzata come una passerella elettorale da personaggi che nel corso degli anni l’hanno continuamente denigrata. Diamo vita ad un processo partecipativo che sia capace di creare la netta opposizione che la nostra città deve dimostrare in questa occasione!”

Sulla facciata della Terza Municipalità è appeso uno striscione di protesta alla venuta di Salvini, che invita tutti a scendere in piazza per far sentire la propria voce.

Salvini
Municipalità 3 Desalvinizzata

Alla manifestazione parteciperanno anche numerosi cantanti napoletani, i quali hanno scritto quella che sarà la colonna sonora della manifestazione antirazzista e fortemente meridionalista, “Gente do Sud”, che come spiega Luca Persico, detto “Zulù” (99 posse), servirà a far capire al leader leghista che “Napoli è da sempre la città dell’accoglienza”.

Salvini
Zulù: Salvini statt ‘a casa!

“Noi – ha concluso Luigi de Magistris – respingiamo ogni atteggiamento razzista. Noi siamo orgogliosi di essere napoletani, di essere meridionali e non consentiamo a nessuno di essere razzista e xenofobo”.

Andrea Chiara Petrone

CONDIVIDI
Articolo precedenteCinema2Day: prosegue fino a maggio 2017 l’iniziativa del cinema a 2€
Articolo successivoNapoli, vittoria con brivido. È 1-2 con la Roma

Studentessa di culture digitali e della comunicazione. Amo profondamente leggere, dai grandi classici della letteratura fino ad arrivare agli autori contemporanei. Non amo particolarmente il cinema ma sono una patita delle serie tv. Il mio sogno è poter diventare un giorno giornalista, poter viaggiare e studiare le diverse culture che popolano il nostro mondo.

1 COMMENTO

Comments are closed.