L’Asilo inizia i lavori per la realizzazione del Cinema*. Nuove assemblee in vista, proiezioni ed incontri con scrittori dal calibro di Ammaniti e Sinigaglia.

Hanno preso il via ieri i lavori all’interno dell’Ex Asilo Filangieri che porteranno alla creazione del Cinema*, una vera e propria sala cinematografica tra le mura della Cappella.
“Sarà una sala cinematografica permanente, – spiegano sul sito dell’Asilo – aperta alla città, in cui mostrare film, ospitare autori, promuovere il confronto e le proposte tra chi ama il cinema e chi ha voglia di scoprirne la magia, dove far crescere nuove generazioni di appassionati della settima arte”.

I lavori si protrarranno fino al 19 marzo e tutti i giorni, dalle 9.00 alle 18.00, chiunque ne abbia voglia può aiutare l’Asilo nella realizzazione del progetto. I volontari saranno divisi in diversi gruppi guidati dagli architetti e dagli scenografi che si sono occupati della pianificazione dei lavori. “Il pranzo conviviale sarà offerto dall’Asilo a tutte e tutti quelli che parteciperanno ai lavori: è il modo più piacevole che conosciamo per approfondire relazioni, condividere desideri ed entrare in contatto con il processo di autogoverno dall’interno”.

Per partecipare basta scrivere un’email con oggetto ‘LAVORI SALA CINEMA’ a info@exasilofilangieri.it.

Intanto, continuano gli appuntamenti con assemblee, eventi e laboratori settimanali:

  • Giovedì 9 marzo ore 18.00: Assemblea pubblica – Napoli si mobilita contro Salvini. Secondo appuntamento pubblico per far partire una mobilitazione permanente in città contro razzismo, sessismo, confini e sfruttamento;
  • Venerdì 10 marzo ore 22.00: Mut(II)azioni. La seconda edizione di Mut(II)azioni prosegue con la proiezione di ‘Rapsodia satanica’ di Nino Oxilia e ‘À propos de Nice‘ di Jean Vigo, sonorizzati da Matz! e Antonio Raia;
  • Sabato 11 marzo ore 9.30: Laboratorio didattico – La pagina che non c’era. Settima edizione del concorso nazionale di lettura creativa per le scuole, per l’occasione sono previsti incontri con gli scrittori Niccolò Ammaniti, Ezio Sinigaglia, Silvio Perrella, Rosella Postorino e Lucia Castellano;
  • Sabato 11 marzo ore 21.00: Proiezione – ‘Lui è tornato’. Adattamento cinematografico del romanzo di Timur Vermes in cui l’autore immagina un ritorno di Adolf Hitler nel presente.

Laboratori già attivi all’interno dell’Asilo:

  • Ogni martedì e giovedì ore 10.00: ‘Fenomenologia della presenza’;
  • Ogni mercoledì ore 9.00: TrainingAsilo: allenamenti liberi di abilità aeree’;
  • Ogni mercoledì ore 18.00: ‘Taiji Chi Quan e Qi Gong’;
  • Ogni mercoledì ore 19.00: ‘Dabka – Danze palestinesi’;
  • Ogni giovedì ore 19.00: ‘Percorsi sul ventre del mondo II’.

Questa settimana gli spazi pubblici e i mezzi di produzione condivisi dell’Asilo sono attraversati (anche) da:

  • I registi e le registe, gli attori e le attrici, qualche altro membro di Kino Napoli;
  •  Fioravante Rea con il suo laboratorio;
  • I partecipanti degli allenamenti liberi di attività aeree;
  • Le prove di Valeria Apicella;
  • Chi partecipa agli incontri mattinieri di TrainingAsilo;
  • Le prove della compagnia Punta Corsara;
  • Le officine della Scuola elementare del Teatro;
  • Gli attori delle prove de ‘Il Mago di Oz’;
  • La residenza ‘Push the sky away’ di Giulia Ferrato;
  • I corsi di italiano per migranti coordinati da Insegnanti senza Frontiere;
  • Gli studenti che prenderanno parte a La pagina che non c’era;
  • Le prove coordinate da Massimo Maraviglia;
  • La compagnia INSTABILI;
  • I tavoli tematici pubblici dove si discutono le proposte di scambio e di programmazione;
  • Le mamme-papà-bimbi-bimbe per incontrarsi in libertà il martedì pomeriggio in refettorio;
  • Chi vive l’Asilo e se ne prende cura;
  • Chi ci aiuterà a costruire il Cinema*!

Flora Visone

CONDIVIDI
Articolo precedenteSerena Autieri racconta ‘Diana e Lady D’ alla Federico II
Articolo successivoMagnum Photos Agency at 70: la storia
Flora scrive da sempre perché le riesce meglio che parlare. Studia Lettere moderne e lavora in una ludoteca. Poesia e bambini, due cose che, messe insieme, un po' la vita la migliorano. Non sa cosa vuol fare da grande ma sa quello che non vuole fare: arrendersi ad una realtà che non ti fa regali, dove il futuro tocca andarselo a prendere da soli.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO