La squadra Primavera del Napoli Carpisa Yamamay, da mesi senza un campo di allenamento, è a un passo da uno storico successo.

I tanti mesi trascorsi lontano dallo stadio Collana, senza un campo di allenamento stabile, non hanno frenato la squadra Primavera del Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. La formazione allenata da Nino Catalano, infatti, sta partecipando per il quarto anno consecutivo al Torneo Arco di Trento femminile e, domani, si giocherà la vittoria contro la Res Roma, diventando così il primo club del sud Italia a raggiungere l’ultimo atto di tale competizione. Grazie al successo in semifinale contro il Mozzanica (3-1, con reti di Massa, Moccia ed Esposito), infatti, i giovani talenti del Napoli Carpisa Yamamay sono a un passo da uno storico successo che andrebbe oltre ogni aspettativa. Le ragazze, infatti, in questa stagione non hanno mai potuto utilizzare lo stadio Collana per allenamenti e partite e si allenano in altre strutture in piena precarietà. Nonostante questo, però, sono in finale nel più importante torneo giovanile nazionale, dimostrando professionalità e qualità a dispetto delle condizioni nelle quali sono costrette ad allenarsi quotidianamente.

Dopo quattro anni – spiega il dg, Italo Palmieriraggiungiamo uno storico risultato. Mai nessuna squadra del Sud era riuscita ad arrivare in finale in questo torneo, che è il massimo appuntamento nazionale del calcio femminile giovanile. Arrivano a Trento le quattro migliori formazioni Italiane e quest’anno noi siamo tra le prime due. Sale la rabbia ed il rammarico per un progetto che sul nostro territorio non decolla, soprattutto per gli sgambetti che ci vengono fatti da politici, burocrati e persone che minano la crescita dei nostri giovani, negando loro il diritto allo sport. Ma la tenacia delle donne che hanno scelto di fare questo sport e di noi dirigenti ci porta comunque avanti“.

Ufficio Stampa Napoli Carpisa Yamamay

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO