Si è svolto quest’oggi nella nuovissima sede della Scuola Politecnica e delle Scienze di base (già Facoltà di Ingegneria) di San Giovanni a Teduccio, un importante convegno avente come oggetto la classificazione sismica degli edifici.

Le linee guida approvate dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici sono state presentate quest’oggi nel convegno intitolato “Classificazione del rischio sismico delle costruzioni, dalle linee guida alla realizzazione degli interventi”.

Come annunziato anche dall’Ing. Luigi Vinci Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli queste linee guida sulla classificazione sismica degli edifici rappresentano un importantissimo passo in avanti per la programmazione del recupero e dell’adeguamento antisismico del patrimonio edilizio esistente che, dopo gli ultimi tragici eventi sismici che hanno colpito il centro Italia, tra cui Amatrice ed Accumoli su tutti, è diventata priorità nazionale.

I lavori, iniziati alle 1430 nell’Aula Magna del polo universitario di San Giovanni a Teduccio, hanno visto gli interventi del Presidente sella Scuola Politecnica e delle Scienze di Base Prof. Ing. Piero Salatino, dell‘Ing. Luigi Vinci Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, del Prof. Ing. Edoardo Cosenza dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, dell’Ing. Claudio Moroni del Dipartimento dell Protezione Civile, del Prof. Ing. Andrea Prota dell’Università degli studi di Napoli Federico II. La presentazione degli aspetti tecnici si è conclusa con l’esposizione di alcuni esempi applicativi curati dall’ Ing. Marco Di Ludovico dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Dopo l’esposizione degli aspetti tecnici ed applicativi delle linee guida vi è stata la partecipazione ad una tavola rotonda dove hanno partecipato l’Ing. Massimo Sessa Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Il Prof. Gaetano Manfredi Presidente del CRUI e Presidente di Reluis, la Dott.ssa Fedrica Brancaccio Presidente di Federcostruzioni, l’Ing. Francesco BURRELLI Presidente Nazionale ANACI, il Prof. Ing. Mauro Dolce Direttore Generale DPC e Ordinario di Tecnica delle Costruzioni Università degli Studi di Napoli Federico II, l’Ing. Rodolfo Girardi Vicepresidente ANCE con delega al Centro Studi, l’Avv. Giorgio Spaziani Testa Presidente Nazionale Confedilizia, l’Ing. Armando Zambrano Presidente CNI e Coordinatore RTP.

Il confronto multidisciplinare, in quanto ha visto la partecipazione di tutti i soggetti concretamente coinvolti nell’attuazione di queste linee guida, ha permesso di affrontare tutti gli aspetti operativi, le novità e le criticità di questo strumento che insieme alle nuove norme tecniche delle costruzioni (in attesa di approvazione da Bruxelles) rappresenta un’importantissima svolta nell’adeguamento antisismico degli edifici in Italia.

Salvatore Annona

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteNapoli Carpisa Yamamay, la Primavera a un passo da uno storico trionfo
Articolo successivoSclerosi multipla, dubbi sul Metodo Zamboni
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).