Nel campionato di Promozione (Girone A) si sono affrontate nel derby paesano Sorriso Azzurro e Fortitudo, per un match che oltre all’orgoglio della stracittadina partiva innanzitutto come scontro diretto.

Al palazzetto dell’ITC G. Moscati si è consumata la decima vittoria di fila per la Sorriso Azzurro, che si porta a quota 28 punti in vetta alla classifica e con una partita in meno sulle dirette contendenti. Un’impressionante striscia positiva per i ragazzi di coach Maggio, che hanno contenuto il rientro degli avversari fino al pazzesco finale di quarto quarto (61-61) che ha portato il match all’overtime.
Al fischio d’inizio si presentano all’appello i due quintetti, con Liguori – Capasso P. – Renella – D’Agostino – Scocco a rinforzare le serra della Sorriso, e dall’altro lato Lettiero – Lini -Ciccarelli – Puca – Russo a contrastare. Due punti di Scocco aprono il match, che subito delinea intensa bagarre sui possessi ambo i lati. Nella prima frazione si procede a ritmo e punto a punto, finché gli azzurri della Sorriso tentano la zampata vincente e vanno al break in vantaggio 18-16 grazie a due punti di Renella.
I quintetti rientrano in campo e il match prende il largo nello spirito agonistico che il pubblico si aspettava. Un tempo all’insegna del ‘ciaff’ e dell’attacco forzato, che finirà a netto sul 18-18. Spazio alle rotazioni nelle fila della Sorriso con l’ingresso di Di Domenico e Pedata, che a 2:47 dal termine del quarto entra e mette a referto l’unica stoppata della partita. Spazio anche per Puca R., che accende la partita (e le tifoserie) insaccando 7 punti di fila e tenendo i suoi sul 34-34. Di lì a poco ancora un canestro da 2 firmato Capasso P. manderà a riposo Sorriso e Fortitudo sul punteggio di 36-34.
 
Nella ripresa è la Fortitudo a entrare più convinta, che chiude con un parziale sul quarto di 5-0 e va in vantaggio, lesta ad approfittare delle ristrette rotazioni di coach Maggio. Il gap viene però ricolmato in men che non si dica, e sembra chiaro a tutti che serva qualcosa in più di un semplice parziale per direzionare definitivamente il match. Il coniglio dal cilindro lo tira fuori Gianluca Russo sulla sirena, che pesca un pazzesco tiro da tre e porta la partita all’overtime.
Non basteranno i 19 punti a referto e l’onere di aver mantenuto il gioco dei suoi per tutto un supplementare a pareggiare i conti. Il punteggio finale è di 74-69.
La Sorriso vince e vincono le prestazioni individuali, grazie anche al supporto incessante della tifoseria. Un filotto di dieci vittorie consecutive e le potenzialità per candidarsi seriamente a prendersi un posto tra le prime a fine stagione. All’andata finì allo stesso modo anche se la vittoria arrivò più facilmente. Intanto sale a 4 punti il divario che separa le due società di Sant’Antimo, forse a parti invertite rispetto a quello che ci si aspettava a inizio stagione.
18 marzo, ore 19.00:
18-16; 18-18; 10-15; 15-12; 13-8
1o arbitro: Manco Marcello di San Giorgio A Cremano (NA
2o arbitro: Madonna Giacomo di Napoli (NA)

SORRISO AZZURRO SANT’ANTIMO:  Capasso P. 26, Renella E. 22, Scocco F. 8, Puca R. 7, Rinaldi E. 6, De Rosa M. 2, D’Agostino G. (K) 2, Liguori N. 1, Pedata D., Quaranta C. ne, Capasso G., Di Domenico G.. All.re: Maggio P.

FORTITUDO SANT’ANTIMO: Russo G. 19, Lini A. 16, Puca C. 16, Bianco A. 10, Lettiero C. 6, Ciccarelli A. 2, Romano A., Mangiapili A., Cuzzovaglia G. ne, Belardo V. ne, Molino G., Palmentieri M.. All.re: Cefariello G., Vice All.re: Ponticiello N..

(per ulteriori informazioni: playbasket.it)

Nicola Puca