Terribile rogo nella discarica di ecoballe a Villa Literno. Borrelli (commissione Terra dei Fuochi) : “E’ probabilmente un incendio di origine doloso e ad opera della camorra per contrastare la rimozione dei rifiuti. Chiediamo sorveglianza armata e militare”. 

Stanotte alle 4 la Regione Campania è stata avvisata da Vibeco di un incendio al Lotto 5 a Villa Literno che si è verificato circa all’una di notte. Alle 9 è stato eseguito un sopralluogo guidato dal funzionario regionale Giuliano Morlando. Per spegnere il rogo sono intervenute diverse squadre dei VVFF. La piazzola 5 dove era in corso lo smantellamento e l’imballaggio di rifiuti ad opera proprio della Vibeco vincitrice di regolare gara d’appalto è andata totalmente a fuoco.” – ha raccontato il capogruppo di Campania Libera – Psi – Davvero Verdi Francesco Emilio Borrelli, membro della commissione speciale Terra dei Fuochi.

A detta di Borelli il rogo sarebbe stato appiccato da terzi: ”Dai primi elementi raccolti l’azione è stata quasi certamente di natura dolosa e per questo proporremo per il futuro una vigilanza armata in continuum, anche di tipo militare, per scongiurare l’escalation del problema. E’ possibile che la camorra e le ecomafie nei prossimi mesi tenteranno di fermare in tutti i modi la rimozione delle ecoballe dalla Campania. Per questo abbiamo chiesto al Presidente De Luca e al vice Bonavitacola di chiedere alle prefetture di Napoli e Caserta un controllo straordinario delle aree interessate alle rimozioni per evitare intimidazioni, pressioni di stampo camorristico e roghi al fine di impedire lo smantellamento delle milioni di ecoballe presenti su questi territori spesso da decenni e fruttate affari milionari alla criminalità“.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO