Si aprirà il 6 e terminerà l’8 aprile a Torino la 21° edizione di Cartoons on the Bay.

Il festival internazionale della televisione per ragazzi e dell’animazione cross-mediale, promosso dalla Rai e organizzato da RaiCom, in collaborazione con la Film Commission Torino Piemonte, la FIP e la Regione Piemonte sbarca per la prima volta sotto la Mole.

Più di cinquecento opere in concorso in rappresentanza di cinquanta Paesi e trentacinque lungometraggi, alla presenza dei maestri Taku Furukawa (premio alla carriera), Koji Yamamura (Pulcinella Special Award) e soprattutto dell’attesissimo Shinichiro Watanabe, regista di Cow Boy Bebop.

Tante poi le attesissime anteprime per il grande pubblico, tra le quali Power Rangers dedicato ai celebri eroi giapponesi della tv dei ragazzi e il nuovo Godzilla diretto da Ideaki Anno, icona del Sol levante.

Per il mondo dei videogiochi super ospite Tomonobu Itagaki, (Pulcinella Special Award) creatore del celebre Dead or Alive e fondatore dei Valhalla Studios.

Il tema dell’edizione 2017 di Cartoons on the Bay è “Il cammino dei popoli”. Capire attraverso l’animazione come le migrazioni siano state veicolo di culture e religioni oltre che di genti. Argomento che verrà celebrato attraverso una vasta retrospettiva di corti e lungometraggi, ma soprattutto con il nuovo “Premio Migranti Cartoon”, istituito dal Ministero dei Beni Culturali e rivolto ai progetti d’animazione italiani sul tema, che il Ministero ha voluto ospitare in esclusiva proprio a Cartoons on the Bay a partire da quest’anno.

Il Paese ospite è il Giappone, questo perché nel 2017 cade il centesimo anniversario della nascita dell’animazione giapponese. Saranno quindi presenti a Torino i rappresentanti degli Anime commerciali, ma anche dell’animazione indipendente che saranno protagonisti di incontri con la stampa, di masterclass, di retrospettive e di anteprime.

Confermato il concorso per i Pulcinella Awards e in più, da quest’anno, ci sarà anche la categoria lungometraggi che, con i suoi 35 film in concorso, porta Cartoons on the Bay a competere con i più importanti festival europei.

Ricco il programma pubblico, ideato per il mondo della scuola e per la città di Torino. Anteprime cinematografiche per i più piccoli come Noci di Cocco-Il piccolo drago di Nina Wels e Hubert Weiland e I Puffi 3 di Kelly Asbury. Anteprime di serie televisive, incontri con personaggi del mondo dei cartoni e il meglio delle produzioni internazionali. Inoltre piazza Carlo Alberto diventerà un teatro a cielo aperto dove grandi e piccini potranno incontrare i personaggi più famosi di Rai Ragazzi.

Infine, per la prima volta a Torino tre mostre dedicate ai maestri giapponesi Makoto Shinkai, Koji Yamamura e all’italiano Igort.

Cartoons on the Bay è nato nel 1996, e realizzato grazie alla collaborazione tra tutte le strutture Rai, è stato il primo appuntamento europeo a portare all’attenzione degli operatori del settore il fenomeno della cross-medialità nell’universo dell’animazione. Attento all’evoluzione tecnologica, stilistica e tematica, il Festival negli anni è diventato un vero e proprio laboratorio dove è possibile incontrarsi e confrontarsi tra addetti ai lavoro e appassionati di tutto il mondo.

Un modo questa volta attivo, per incontrare e comprendere una parte del mondo televisivo, quello dei piccoli, che sempre più rischia di essere messo in disparte.

Con Cartoons on the Bay non si guarda passivamente la Tv, la si vive.

Enrica Leone

CONDIVIDI
Articolo precedenteBombe a San Pietroburgo, la città affronta l’incubo del terrorismo
Articolo successivoLa Klimt Experience in arrivo alla Reggia di Caserta
Mi chiamo Enrica Leone, sono nata a Lecco. Diplomata con maturità scientifica, ho intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di Giurisprudenza. Entusiasmo, iniziativa e dinamismo mi hanno da sempre spinto ad andare avanti nel lavoro così come nello studio. Adoro scrivere e questa passione mi ha portata ad intraprendere avventure di ogni genere per poter portare a casa interviste ed acquisire il giusto grado di esperienza, per rendere i miei articoli ancora più miei. Una passione che mi ha portata a pubblicare pochi mesi fa il mio primo romanzo: Basta avere coraggio, presso la casa editrice Arduino Sacco Editore. Non smetto mai di rincorrere i miei sogni ed il più delle volte questi diventano i miei obiettivi che cerco in tutti i modo di raggiungere. Alla scrittura, da poco tempo ho affiancato il lavoro di organizzatrice di eventi di beneficenza ed assistenza alla comunicazione. Mi piace il contatto con il pubblico. A detta di chi collabora con me, sono una persona estremamente precisa, metodica e puntuale. Attenta affinchè il compito affidatomi possa venir portato a termine nel miglior modo possibile e nel tempo necessario. Amo il cinema, la televisione (quella di qualità) e tutto ciò che ha a che fare con lo spettacolo ed è questo ciò di cui mi occupo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here