A Napoli, venerdì 7 aprile, a partire da piazza Garibaldi, ci sarà un corteo, con successiva “Piazza Tematica” a Piazza Dante, il cui slogan sarà “La salute non è in vendita”.

In occasione della Giornata Europea di azione contro la commercializzazione della salute, la città di Napoli e tutta la regione Campania, si sono mobilitate per fare sentire la propria voce.

La descrizione dell’evento, organizzato dalla Rete per il diritto alla salute di Napoli e dal Comitato Sanità Campania si può trovare su Facebook, a questo link: https://www.facebook.com/events/1347095955347531/.

Gli organizzatori descrivono la situazione attuale della sanità pubblica con queste parole: Ticket alti. Mesi di attesa infiniti per una visita che ti costringono a fare privatamente. Ospedali che chiudono senza una logica. Un percorso che porta ad una sanità privata”.

Noi crediamo – continuano – che la politica sanitaria debba basarsi su:
– Centralità della prevenzione e promozione della salute in tutti gli aspetti della vita e del lavoro;
– Prestazioni sanitarie utili, necessarie ed efficaci accessibili a tutte e a tutti, senza vincoli di cittadinanza;
Finanziamento basato sulla fiscalità generale – Protezione della sanità da logiche di mercato;
Ruolo attivo delle persone nei propri percorsi di cura e nella definizione delle politiche di salute”.

Tutto questo verrà discusso a Piazza Dante, il 7 aprile, a partire dalle 15:30. Saranno presenti associazioni, comitati, cittadini, medici, infermieri, che hanno un obiettivo comune:

L’idea è quella di un pomeriggio in piazza – scrivono nella descrizione all’evento – per portare fuori tutto quello che di alternativo si produce nel campo della salute e della sanità: le idee, le lotte e le pratiche delle associazioni dei lavoratori, dei comitati cittadini territoriali, dei comitati ambientalisti, le esperienze degli ambulatori sociali e autogestiti, le associazioni che si occupano della salute dei migranti, i sindacati e, insieme a tutte le altre realtà che dentro e fuori le istituzioni promuovono e lottano per un’idea diversa di salute e sanità, affermare che LA SALUTE NON È IN VENDITA e che mettendo insieme le esperienze e le idee di tutti e tutte possiamo dare una risposta forte e essere promotori e promotrici del cambiamento!“.

Questo è l’urlo che vogliono lanciare, ed invitano ad un appuntamento in vista dell’evento di venerdì, a Santa Fede Liberata, in Via Giovanni Maggiore Pignatelli n.2, mercoledì 5 aprile, alle ore 18. 

Venerdì saremo presenti e vi descriveremo la manifestazione e i vari interventi che si susseguiranno nel corso della giornata.

Per il programma dettagliato dell’evento, vi invitiamo a visitare la pagina, attraverso il link inserito nell’articolo.

Mara Alessandra Zita