Fabregas, autore del goal del momentaneo vantaggio dei Blues

Si interrompe a dodici la striscia di risultati utili consecutivi del Chelsea di Antonio Conte: nel derby londinese di sabato contro il Crystal Palace, i blues sono inaspettatamente caduti a “Stamford Bridge” per 2-1. Il Chelsea, passato in vantaggio con Fabregas, è stato rimontato in pochi minuti dalle reti di Zaha e Benteke. Con questo passo falso e la contemporanea vittoria del Tottenham (2-0 sul campo del Burnley) il vantaggio in classifica è ora di 7 punti, a nove giornate dal termine. Si insinua prepotentemente al terzo posto il Liverpool di Klopp, vittorioso per 3-1 nel derby del “Merseyside” contro i cugini dell’ Everton. Scivola invece al quarto posto il Manchester City, protagonista dell’altro big match di giornata all’ “Emirates”, contro l’Arsenal: ospiti avanti due volte grazie a Sanè e Aguero ma sempre raggiunti dalle reti di Walcott prima e di Mustafi poi. Delude ancora il Manchester United di Mourinho, incapace di superare tra le mura amiche il non irresistibile West Bromwich Albion (0-0 il risultato finale). Domenica da incorniciare per Watford ed Hull City: gli uomini di Mazzarri regolano 1-0 il fanalino di coda Sunderland grazie ad un goal dell’ex Napoli Britos. Si rilanciano verso una difficile salvezza invece le “tigri” che superano 2-1 il West Ham: match-winner un’altra vecchia conoscenza del calcio italiano, Andrea Ranocchia.

Il Real festeggia il 3-0 contro l’Alaves

Prove di fuga per il Real Madrid che stende 3-0 l’Alaves, centrando così la sua ventunesima vittoria in ventotto giornate di “Liga”. Il vantaggio sul Barcellona secondo rimane di due lunghezze, ma con una gara ancora da recuperare. Nella comoda vittoria casalinga di ieri hanno brillato soprattutto Benzema ed Isco, entrambi a segno. In serata la risposta dei blaugrana non si è fatta attendere: nonostante l’assenza di Messi gli uomini di Luis Enrique hanno agevolmente superato fuori casa il Granada per 4-1 (reti di Suarez, Neymar Rakitic e Paco Alcacer). Da segnalare il goal numero 100 di Neymar col Barça. Agguanta la terza posizione in classifica l’Atlético Madrid che supera per 2-0 in trasferta il Malaga (reti di Koke e Filipe Luis) ed approfitta del mezzo passo falso del Siviglia, bloccato in casa sullo 0-0 dallo Sporting Gijon. Male la Real Sociedad (1-1 contro il Leganés), malissimo il Villarreal battuto per 3-2 in casa dall’Eibar che adesso è a sole quattro lunghezze proprio dal sottomarino giallo. Avvicinano la zona Europa Athletic Bilbao (2-1 sul campo dell’Osasuna) ed Espanyol (2-1 contro il Betis Siviglia). Vittoria convincente, infine, anche per il Valencia che abbatte 3-0 il Deportivo la Coruña ed allontana definitivamente la zona retrocessione.

Il Bayern rifila 6 goal all’Augsburg

Un inarrestabile Bayern Monaco rifila sei goal all’Augsburg, centrando così  la sua tredicesima vittoria nelle ultime quindici giornate e portandosi a +13 sulla seconda ad otto giornate dal termine: l’ennesimo titolo della sua storia è oramai ad un passo.  Il festival del goal contro il malcapitato Augsburg ha visto ancora una volta protagonista Robert Lewandowski, autore di tre goal e due assist. A segno anche Müller (doppietta) e Thiago Alcantara. Vittoria convincente anche per il Red Bull Lipsia secondo che dopo due sconfitte consecutive si rialza e vince 4-0 contro il Darmstadt, fanalino di coda di questa Bundesliga. Bene anche l’Hoffenheim (1-3 sul campo dell’Herta Berlino) mentre il sentitissimo match tra Schalke04 e Borussia Dortmund finisce 1-1: vantaggio ospite firmato dal solito Aubameyang ma a tredici minuti dal termine ci ha pensato il giovane Keher a ristabilire la parità. In zona Europa League perdono Colonia (2-1 contro l’Amburgo) e Friburgo (2-5 in casa contro il Werder Brema). La partita più pazza di giornata è stata però quella tra Bayer Leverkusen e Wolfsburg, terminata 3-3. Padroni di casa avanti 2-0 sino all’80esimo con i goal di Bellarabi e Volland. In sette minuti il Wolfsburg la capovolge grazie ad un’incredibile tripletta dell’ex Fiorentina Mario Gomez. A tempo scaduto il goal del definitivo 3-3 porta la firma del neo-entrato Havertz, gioiellino di appena 17anni alla sua prima rete da professionista.

Il Psg festeggia la conquista della “Coupe de la Ligue”

Week-end anomalo in Francia dove oltre a giocarsi il 31esimo turno di “Ligue One” si è anche disputata la finale della “Coupe de la Ligue” che vedeva contrapposte Monaco e Paris Saint-Germain. Il 4-1 finale con cui i parigini si sono imposti rispecchia la spettacolarità di un match giocato a viso aperto da entrambe le suqadre del match. Decisivo per il Psg ancora una volta Edinson Cavani, autore di una doppietta: il “Matador” è giunto alla sua rete numero 42 in stagione in 44 gare giocate. Con le prime due della classe impegnate nella finale di coppa, in campionato ha provato ad approfittarne il Nizza che ha superato per 2-1 in casa il Bordeaux (un goal e un assist per Balotelli) ed ha avvicinato sempre di più la matematica conquista quantomeno del terzo posto. Nelle altre gare di giornata deludono l’Olympique Marsiglia (1-1 casalingo contro il Dijon) e l’Olympique Lione che non va oltre l’1-1 in casa del Rennes nonostante un rigore fallito ed 85 minuti giocati in superiorità numerica. Vittorie importanti per Guingamp (1-0 al Nancy) e Nantes (2-1 all’Angers). In zona retrocessione vince ancora il Lorient (1-0 contro il Caen) che adesso crede davvero in una salvezza che fino a due domeniche fa sembrava un miraggio.

Ugo D’Andrea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here