L’AvaNposto Numero Zero è ormai divenuto un punto di riferimento per le nuove attività di recitazione, grazie alle svariate ed affascinanti neoteorie dell’attore/fisico Egidio Carbone. Anche questo weekend il suddetto teatro ospiterà uno spettacolo fortemente innovativo: sabato 8 e domenica 9 aprile andrà in scena Mantrikaopera di Cosimo Alberti e Danilo Ròvani.

MantrikaLo spettacolo si preannuncia peculiare, basato com’è sulla collaborazione di Luigi Montesanto Tony Saggese, chitarristi che accompagneranno con voce e tammorra le pene d’amore vissute e raccontate da due pellegrini — il primo un angelo nero, l’altro un diavolo bianco — capaci di incarnare allo stesso tempo svariati personaggi come pescatori innamorati, cavalieri ammalati, capitani suicidi, suonatori comici.

Nelle loro molteplici vesti, i due intraprenderanno un viaggio che sarà tutto spirituale: Mantrika è per l’appunto un viaggio nell’anima umana, colta dopo la tempesta e già in convalescenza, un’anima che però si è perduta, un pò come  marinai naufragati su un’isola sconosciuta, e che, trovandosi da sola, cerca risposte dall’altissimo Dio, confida nella Madonna in quanto mamma di tutte le mamme, in particolare nella napoletana Madonna delle Grazie. 

Dopodiché tutto sarà un evolversi quasi stupefacente, poichè per ringraziare la stessa Madonna i pellegrini passeranno, come  in un mantra,  da un corpo all’altro, dando vita a un turbinio di volti e caratteri; le trasformazioni avverranno durante ballate e favole magiche, tanto magiche da far perdere ai protagonisti la memoria terrena, fino a condurli all’acquisizione di quella atavica, grazie al suono della tammorra e alle soavi melodie dei canti ancestrali.

Si creerà allora un vortice senza fine di uomini innamorati, di cuori vittime di illusioni, che poi potranno però ritrovarsi in un cuore infinitamente più grande, quello di chi sempre li ha amati incodizionatamente, senza riserve, come solo una madre sa fare, ossia nel cuore della Madonna.

Per prenotazioni e ulteriori informazioni: cell. 3661149276; e-mail. avanpostonumerozero@outlook.it

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteJared Kushner, l’ascesa del genero di Trump alla Casa Bianca
Articolo successivoGrande Foresta del Nord in pericolo, allarme degli ambientalisti
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here