Il match più atteso della 28esima giornata di “Bundesliga” era quello dell’ “Allianz Arena” tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund: il 4-1 finale con cui i bavaresi si sono imposti rispecchia perfettamente l’andamento di un match dominato dalla squadra di Carlo Ancelotti sin dalle prime battute. Pronti, via e il Bayern dopo dieci minuti è avanti 2-0 grazie a Ribery e al solito Lewandowski. Il Borussia la riapre al 20esimo con Raphael Guerreiro ma nel secondo tempo ci pensano Robben e poi ancora Lewandowski su calcio di rigore a chiudere i conti. Alle spalle della capolista non molla, nonostante il distacco quasi incolmabile di dieci punti, il Red Bull Lipsia che in inferiorità numerica vince 1-0 contro il Bayer Leverkusen grazie ad una rete allo scadere di Yossouf Poulsen. Cade a sorpresa anche per l’Hoffenheim, terza della classe, superato 2-1 dall’Amburgo. Serrata la lotta per i piazzamenti che valgono l’Europa League: in soli 5 punti troviamo ben 7 squadre. Bene l’Herta Berlino (2-0 all’Augsburg) ed il Friburgo (1-0 al Mainz). Tre punti anche per il Borussia Mönchengladbach che si aggiudica lo scontro diretto col Colonia (3-2) e per lo Schalke che travolge 4-1 il Wolfsburg. In zona retrocessione da segnalare la terza vittoria consecutiva dell’Ingolstadt che si aggiudica per 3-2 il match contro il fanalino di coda Darmstadt e tiene così più che mai vive le proprie speranze di salvezza.

Al goal di Pepe ha risposto nel finale Griezmann: è 1-1 nel derby di Madrid

Finisce 1-1 l’atteso derby di Madrid tra Real ed Atlético: la gara si sblocca ad inizio del secondo tempo con le merengues che passano in vantaggio grazie al goal di Pepe. Nei minuti finali a ristabilire la parità ci pensa ancora una volta Antoine Griezmann. L’occasione di accorciare le distanze ed avvicinarsi alla capolista Real vengono clamorosamente sprecate da un Barcellona irriconoscibile che cade 2-0 sul campo del Malaga: partita brutta e nervi tesi con Neymar espulso a metà secondo tempo per una brutta entrata su un avversario. Dopo diverse partite a secco di vittorie, ritorna fare bottino pieno anche il Siviglia di Sampaoli che diverte come al solito: al “Sanchez Pijuan” finisce 4-2 contro il Deportivo La Coruna. Nello scontro diretto con vista Europa League tra Villarreal ed Athletic Bilbao a vincere è il sottomarino giallo che si impone per 3-1 (goal di Ruiz, pareggio di Laporte e poi sigilli finali di Bakambu ed Adrian). Prosegue la stagione da urlo dell’Eibar che passa 2-0 anche sul campo del Celta Vigo e raggiunge quota 50 punti. Show del Valencia che vince 3-1 in casa del Granada: sugli scudi Simone Zaza, autore di una doppietta nel giro di tre minuti. Secondo successo di fila anche per l’Osasuna, ultimo in classifica, che sembra essersi svegliato troppo tardi: il distacco dal quartultimo posto rimane infatti di dieci punti.

Marcos Alonso festeggia il suo quinto goal in campionato

In “Premier League” continua a vincere il Chelsea che si impone per 3-1 (autogoal di Smith, Hazard e Marcos Alonso) sul campo del Bournemouth ed avvicina ulteriormente il titolo; i blues hanno ora un vantaggio di sette lunghezze sul Tottenham secondo con sette giornate ancora da disputare. Proprio gli Spurs avevano aperto questa 32esima giornata di campionato con una grande prestazione: 4-0 ai danni del Watford di Mazzarri. A segno Alli, Dier ed Heung-Min Son (doppietta). Vincono anche le due squadre di Manchester, apparse decisamente in calo nell’ultimo periodo: il City di Guardiola regola 3-1 l’Hull City (autogoal di El Mohamady, Aguero e Delph prima del goal della bandiera di Ranocchia) mentre lo United espugna per 3-0 il campo del fanalino di coda Sunderland, grazie ai goal di Ibrahimovic, Mkhitaryan e Rashford. Tre punti anche per il Liverpool (2-1 sullo Stoke City) e per l’Everton che supera 4-2 il Leicester: per le foxes si tratta della prima sconfitta dal mese di febbraio, da quando cioè in panchina ci fu l’avvicendamento tra Ranieri e Shakespeare. Nelle zone calde della classifca non cambia nulla: il Sunderland sembra essere ormai spacciato, mentre Middlesbrough, Hull City, Swansea e Crystal Palace lotteranno fino all’ultima giornata per evitare la retrocessione.

Ennesima doppietta per Cavani che arriva a quota 29 goal in campionato

Continua l’avvincente duello a distanza tra Monaco e Psg che a a sette giornate dalla fine della “Ligue One” sono divise da appena tre punti in classifica. Alla capolista basta la zampata di Radamel Falcao per espugnare il campo dell’Angers, mentre i parigini impongono un severo 4-0 al Guingamp: ennesima doppietta per Edinson Cavani, giunto a quota 29 reti in campionato. Vittoria importante anche per il Nizza che batte 2-1 il Lille grazie ad una doppietta di Balotelli e blinda così il terzo posto che la prossima stagione gli permetterà di disputare i preliminari di Champions League. Cede il Lione, schiantato 4-1 in casa dal Lorient: per la squadra della Bretagna si tratta del terzo successo consecutivo. Bene il Bordeaux che supera 3-0 il Metz mentre il Marsiglia colleziona il terzo pareggio consecutivo (0-0 a Tolosa). Successo fondamentale, infine, anche per il Bastia che vince lo scontro diretto contro il Dijon penultimo e rende ancora più avvincente la  lotta per la salvezza.

Ugo D’Andrea

CONDIVIDI
Articolo precedenteEveryday life in Edimburgo
Articolo successivoMarek Hamsik: leader indiscusso
Ugo D'Andrea nasce a Piedimonte Matese (CE) l'11/10/1992. Sin da piccolo è appassionato di sport. Amante dei viaggi e del buon cibo. Studia Lingue e Letterature straniere presso l'Università "L'Orientale" di Napoli. Redattore e collaboratore presso il portale web "Calcio Estero News (CEN)".