Beppe Grillo si trovava a Genova quando il giornalista della testata Primo Canale l’ha intercettato per chiedergli un’intervista sul caso Cassimatis. La risposta del comico genovese è stata quanto mai inaspettata e fuori luogo: “se mi dai il numero di tua mamma”, dice, nel video.

“Che cosa le deve dire?”, chiede attonito il giornalista, risponde Beppe Grillo: “devo parlare, posso solo parlare con tua mamma”.

Genova, la Cassimatis e Beppe Grillo

La decisione di Beppe Grillo non è ancora stata resa nota sulla questione del ricorso, dopo la vittoria dell’attuale candidata del Movimento 5 Stelle al Comune di Genova, Marika Cassimatis, in tribunale. La docente aveva vinto le Comunarie online del Movimento 5 Stelle, ma Beppe Grillo, con un “fidatevi di me” l’aveva messa da parte. Ad oggi, dopo la pronuncia del Tribunale, non si sa ancora come i grillini si presenteranno alle urne, dato che, il Capo Politico del Movimento ha dichiarato di non voler rilasciare l’uso del simbolo alla Cassimatis. Problema doppio, perché nel regolamento il candidato che vince le Comunarie è ufficialmente il candidato del raggruppamento a 5 stelle.

Beppe Grillo e i giornalisti

Non è certamente la prima volta che Grillo mostra poco rispetto nei confronti dei giornalisti. Nel 2013 aveva dato inizio alla crociata contro chi svolge questo mestiere e contro chi scrive, criticando, il Movimento 5 Stelle. “Segnalate gli articoli dei giornalisti”, scrisse, dando inizio ad una bruttissima pagina di fascismo mediatico “c’è la nuova rubrica: il giornalista del giorno”. Un’intimazione, una minaccia conclamata verso chi osa criticare il dogma del genovese, che si è declinata in offese pubbliche sui social media nei confronti dei giornalisti “ostili”. Durante la crisi di Roma e del Sindaco Raggi sul caso Muraro, disse: “voi giornalisti siete i veri walking dead”, riferendosi alla famosa Serie Tv sugli zombie.